Virtualizzazione, trappole e speranze

CloudServer

Uno studio di Gartner prevede grandi sviluppi, ma attenzione ai grandi entusiasmi

Sarà la virtualizzazione il grande motore della crescita dell’ IT? Per Gartner la risposta è affermativa ed è il nucleo di una nuova ricerca dei suoi analisti che si spinge fino al 2012: il trend della virtualizzazione influenzerà gestione, acquisti e strategie dell’IT.

E non saranno solo le grandi aziende a occuparsene. Finora però il trend della virtualizzazione ha avuto realizzazioni pratiche solo nelle grandi aziende. Secondo Gartner il successo di Vmware in questo settore sembra inattaccabile, ma con l’ingresso di Microsoft in questo mercato il verbo della virtualizzazione sarà portato anche alle aziende medie e piccole. La v irtualizzazione in ambito server secondo Gartner ha già avuto effetto sulle vendite dell’hardware con i server x86 (in calo del 4 %). Il mercato dei server è composto al 90% dei server in architettura x86 la cui capacità è sfruttata anche con percentuali di poco superiori al 20%. La virtualizzazione dei server permette alle aziende di fare il provisioning di una nuova macchina virtuale in pochi minuti.

Ancora più incoraggianti sembrerebbero le prospettive per la virtualizzazione del desktop. Una chiave del successo delle tecniche di virtualizzazione sarà il successo possibile di Hyper-V di Microsoft anche in associazione con Citrix su client e server. Il consiglio agli utenti degli esperti di Gartner è di lavorare su infrastrutture eterogenee evitando di legarsi a un unico vendor e di valutare attentamente quali virtualizzare tra le applicazioni aziendali. E poi per la gestione fare ricorso a soluzioni esterne a quelle proposte da i grandi vendor della virtualizzazione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore