VMware contro la virtualizzazione di Microsoft

Autorità e normativeNormativa

Il colosso di Redmond è accusato di concorrenza sleale

Non è certo la prima volta che Microsoft incorre in simili accuse, ma anche VMware è stata costretta a prendere carta e penna virtuali per scrivere una lettera aperta ,additando Microsoft come concorrente sleale nel mercato della virtualizzazione. Secondo Vmware il colosso di Redmond vuole limitare la libertà dei propri utenti, restringendo la flessibilità e le possibilità di scelta dei software di virtualizzazione. La sussidiaria di EMC teme che il colpo finale verrà assestato da Microsoft con il rilascio di Windows Server Longhorn. Vmware inoltre accusa le API e i formati di virtualizzazione impiegati da Microsoft, compresi i componenti virtual hard drive (VHD) pubblicati da Microsoft che possono girare esclusivamente su Virtual Pc/Server. Microsoft non ha risposto alle accuse punto per punto esposte da Vmware, tuttavia si dice pronta a collaborare nel nome dell’interoperabilità, a partire dalla pubblicazione di Api della virtualizzazione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore