Waledac, il virus di San Valentino

CyberwarSicurezza

Come ogni anno, i virus writer si scatenano per la festa degli innamorati. CA mette in guardia dai siti truffa specializzati nell’invio di biglietti augurali elettronici. I consigli per evitare di cadere nei tranelli e di farsi infettare dai Trojan

CA avverte che San Valentino è nel mirino di un virus informatico: Waledac . CA mette in guardia dai siti truffa specializzati nell’invio di biglietti augurali elettronici. Le e-cards sono in grande crescita, ma possono nascondere dei pericoli per il Pc: in occasione della festa di San Valentino verrà diffuso, tramite l’invio di biglietti augurali elettronici, un nuovo virus di tipo Trojan Horse definito con il nome “Win32/Waledac”.

Dopo aver infettato il PC, questo virus può utilizzare il computer come fosse uno spambot e raccogliere informazioni sul sistema host per inviare i dati ad altri Web server coinvolti nella truffa.

La scorsa settimana i ricercatori CA hanno notato che alcuni siti truffa specializzati nell’invio di biglietti augurali elettronici hanno aggiornato i loro contenuti con un tema ispirato a San Valentino. Ciò significa che si stanno preparando a sferrare degli attacchi ispirati alla famosa festa dei fidanzati. Attualmente i siti legati a Waledac distribuiscono file eseguibili contenenti Trojan c on nomi quali love.exe, onlyyou.exe, you.exe, youandme.exe e meandyou.exe, ma si prevede che nuovi nomi possano aggiungersi nei prossimi giorni.

Questa minaccia può riguardare ovviamente qualsiasi festività che preveda lo scambio di biglietti augurali, ma spesso capita che vi siano delle sorprese al momento dell’invio” ha dichiarato Rossano Ferraris, Research Engineer di CA. “I singoli utenti possono azzerare i rischi tenendo gli occhi ben aperti e mantenendo sempre aggiornato il proprio software di protezione. Venendo avvisati per tempo (cioè prima di trovare la mail incriminata nella casella della posta in entrata o di ricevere l’allarme dal reparto IT nel caso si tratti di un dipendente aziendale), gli utenti potranno evitare di aprire la posta elettronica e di fare clic sui link che lanciano il malware”.

Secondo i ricercatori CA, per garantire la sicurezza on-line è necessario: agire con prudenza prima di scaricare e aprire file eseguibili sconosciuti, in caso di dubbio è preferibile astenersi; aggiornare il software anti-virus con le definizioni dei virus più recenti; installare sempre gli aggiornamenti dell’Internet browser; impostare gli aggiornamenti automatici qualora si utilizzi il sistema operativo Microsoft Windows.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore