Wall Street scommette su Microsoft-Yahoo!

Workspace

L’accordo tra Yahoo! e Aol sembra improbabile e il negoziato tra News Corp e Microsoft raccoglie scetticismo, mentre l’intesa con Google avrebbe basi più solide. Le società di analisi prevedono la vittoria del colosso di Redmond

I neologismi si sprecano: Yahoogle, Microspace, ma MicroHoo! è quello che sembra al momento più probabile. Secondo Reuters Yahoo! ha estratto dal cilindro le ipotesi Aol e Google, come ultima spiaggia per fermare l’ultimatum. In realtà l’accordo tra Yahoo! e Aol viene visto come improbabile da UBS Securities, perché Aol, nonostante le recenti acquisizioni, è considerato un brand in declino. L’intesa con Google avrebbe invece basi più solide: alla minaccia lanciata di Microsoft di avviare la Proxy fight, ovvero la battaglia delle deleghe sul board, Yahoo! ha risposto con un test per usare Google AdSense. Stanford Group vede Google vincente in questa mossa: la partnership sui Google advertising, secondo Citigroup, potrebbe generare 1 miliardo di dollari in cash flow aggiuntivo per Yahoo!. Tuttavia l’antitrust potrebbe non lasciarsi sfuggire una alleanza fra Google e Yahoo!, a detta dell’University of Baltimore School of Law. Secondo American Technology Research Microsoft potrebbe alzare l’offerta.

Anche un eventuale accordo tra News Corp e Microsoft , con il coinvolgimento di MySpace, viene guardato con scetticismo.

Wall Street insomma scommette su Microsoft-Yahoo!, senza terzi o quarti incomodi: però la maggior parte delle società di analisi prevede che Microsoft dovrà alzare l’offerta da 31 dollari per azione (ma svalutata a 29.33 dollari per azione secondo Reuters) a una cifra t ra 32 e 35 dollari per azione. Il giorno della verità potrebbe essere il 22 aprile quando verrà resa nota la trimestrale di Yahoo!. E a quel punto si saprà quanto vale il motore di ricerca sotto Opa di Microsoft.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore