Warcraft III Reign of Chaos

Management

La mia spada… ha sete!

Una pericolosa minaccia grava sulla terra di Azeroth. La piaga, un oscuro male che trasforma gli esseri viventi in non morti si sta diffondendo fuori da ogni conrollo. Le fila dellesercito del Male, composto di zombie, spiriti dannati e creature demoniache, si ingrossano a vista docchio. Gli umani sono in rotta e gli orchi divisi, mentre gli antichi elfi oscuri si stanno risvegliando per… questo lantefatto dellavvincente trama di Warcraft III, ultimo episodio della serie del gioco che ha inventato, insieme a Command Conquer, il genere degli strategici in tempo reale. Rispetto ai primi due episodi della saga, tutto migliorato e non poteva essere altrimenti visto lintervallo di tempo trascorso grafica, giocabilit, effetti sonori, interfaccia dei comandi e tramasono superlativi. Il progresso tale che si pu definire questo gioco IL migliore strategico mai realizzato. I motivi di questo primato sono diversi, anche se occorre subito precisare che Warcraft III non inventa niente di nuovo. I capisaldi del genere ci sono tutti e il titolo rispetta la filosofia del raccolgo le risorse, costruisco un edificio, creo le unit da combattimento, procedo ai potenziamenti. In fin dei conti si tratta del tipo di gioco inventato da Blizzard stessa, ma i meriti di Warcraft III vanno per oltre la perfetta attuazione sul campo di questa filosofia. Certo sono state introdotte alcune novit interessanti, come il fatto che gli eroi migliorino con lesperienza le proprie abilit, raccolgano armi, manufatti e pozioni da spendere in battaglia e possiedano poteri speciali. I veri punti di forza del gioco sono per da ricercare altrove in primo luogo nella difficolt calibrata alla perfezione, tale da non spaventare i giocatori poco smaliziati e da non annoiare i vecchi appassionati; a favore anche la splendida trama che si combina in modo armonioso con luniverso riprodotto graficamente, tanto che spesso pare di giocare pi a unavventura che a un titolo strategico. Che dire poi delle variet dei personaggi, oltre a quelli delle quattro razze presenti, che popolano le lande di Azeroth e che affronterete durante il gioco? Lupi, draghi, troll, briganti, gnoll, arpie e molti altri esseri ancora insidieranno le vostre truppe. Sono poi splendide le citt che visiterete, riprodotte tutte con una cura maniacale, del tutto inusuale per il genere. La stessa realizzazione grafica, pur non raggiungendo i livelli di eccellenza di Morrowind, di ottima fattura, curata e funzionale a farvi immedesimare nel gioco gli ambienti e gli edifici sono ben realizzati, le movenze delle unit sono riprodotte con cura e gli effetti dei combattimenti sono pieni di tocchi di classe. Persino il susseguirsi del giorno con la notte non fine a se stesso, ma un elemento strategico per lutilizzo di determinate unit da combattimento. Potremo continuare a parlare della diversificazione delle abilit tra le varie unit, delle strategie peculiari a ciascuna razza e differenti le une dalle altre, degli effetti di eco, dello splendido editor di mappe, della buona localizzazione in italiano e dellottima modalit multigiocatore, ma lo spazio tiranno… Non resta che consigliare Warcraft III a tutti, anche a coloro che non hanno mai giocato con il computer.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore