Watchguard, le appliance sono anche ecologiche

Sicurezza

Rinnovo delle appliance Firebox e nuovo sistema operativo

Con la denominazione e-Series, Watchguard ha annunciato nuove piattaforme hardware per la protezione integrata che incrementano la densità delle porte e aggiungono ulteriori funzioni di sicurezza alle famiglie di prodotti Firebox X Core e Peak. Le funzionalità aggiuntive permettono all’insieme di servizi per la sicurezza (Gateway Antivirus/Intrusion Prevention, Url filtering, anti-spyware e spam blocking) di operare in modo più efficiente. WatchGuard ha anche messo mano al software di gestione delle sue appliance, Fireware Pro, rilasciandone la versione 8.3 che consente la scansione antivirus sul traffico http, estendendo la protezione a server e client web. Tra le altre novità il potenziamento delle funzionalità di failover su Wan e il supporto per il Dns dinamico.

I nuovi modelli di Firebox X Core e Peak offrono un maggior numero di porte e maggiori performance a livello firewall e Vpn. Firebox X Peak, il modello di punta della linea Utm di Watchguard, è ora dotato di otto porte Gigabit Ethernet. È inoltre disponibile un modello con interfaccia verso la fibra. Performance e capacità sono stati duplicati fino a 2 Gbps per traffico firewalll e 600 Mbps per traffico Vpn. Il nuovo Firebox X Core è disponibile in versione a quattro o ad otto porte.

I nuovi modelli realizzano soluzioni per piccoli uffici o sedi decentrate oppure per organizzazioni di medie dimensioni con infrastrutture Lan e requisiti Vpn più esigenti. Watchguard sottolinea anche che le appliance sono inoltre state interamente riprogettate per rispondere ai requisiti ambientali richiesti dall’Unione Europea (Rohs e Weee) per la vendita di nuovi apparati elettronici di tipo hardware. La normativa entrerà in vigore nella sua pienezza anche in Italia dal prossimo luglio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore