Web e hi-tech, la situazione italiana

Management

Il Rapporto Censis 2009 ha fotografato l’Italia davanti al Pc: quasi venti milioni conoscono i social network; un italiano su quattro è su Facebook; uno su tre guarda video su YouTube. Twitter è ancora di nicchia fra i cyber-navigatori italiani, ma le Web Tv tallonano la Tv generalista nella fascia d’età giovanile. Anche se in Italia ancora non è online un italiano su due (dati Nielsen) e il paese è spaccato a metà da un cronico digital divide, il Web e il mondo digitale avanzano e, in certe fasce d’età, incalzano stampa e Tv. Le previsioni di Idc, Goldman Sachs, Gartner e Accenture per l’IT nel 2010: l’Information Technology trainerà la ripresa economica. Nel nome di una maggiore competitività e dell’innovazione per le Pmi

Tra i giovani che Internet spopola. Si connette a Internet l’80% dei giovani. Anche la Web Tv è seguita dal 41% dei giovani nella fascia d’età fra i 14 e i 29 anni. Lo afferma l’ultimo Rapporto Censis 2009, che illustra, da un lato, un Italia in apnea dove 3 famiglie italiane non arrivano a fine mese, ma dove la Rete è sempre più 2.0 e social.

I social network sono onnipresenti: venti milioni di italiani li conoscono; uno su tre utilizza Youtube (28,3%), mentre quasi uno su quattro usa Facebook (22,9%).

La Tv fa ancora la parte del leone: è cresciuta dal 95,8% al 97,8%. È boom anche per la Tv satellitare che triplica dall’11,9% al 35,4%. Anche il Digitale terrestre si attesta il 28%,in attesa dello switch off di tutta Italia nel 2012.Internet doesn’t kill radio stars: la radio è intramontabile e passa dal 68,8% del 2001 all’81,2% attuale. Grazie anche al digitale: è ascoltata dai player mp3 (18,6%), da Internet (8,3%) e dal telefonino (8,1%). Il cellulare è salito all’85%. Ma il Rapporto Censis fotografa un arretramento di palmari (-15,8%) e videofonini (-7,2%).

E cosa ci aspetta nel 2010 ?Idc, Gartner e Goldman Sachs hanno già rilasciato i propri report con le previsioni per il mercato IT dell’anno nuovo: spaziano dalle novità attese alle tecnologie che domineranno il 2010 (cloud computing, virtualizzazione e social network, in primo piano), fino alle aziende protagoniste del 2010. Accenture inoltre ha illustrato quanto l ‘IT giocherà un ruolo chiave nella ripresa economica: dall’indagine, condotto con l’Economist Intelligence Unit (EIU), risulta che il 61% dei manager non-IT prevede la ripresa della spesa IT nei prossimi 12 mesi; ma se la percentuale sale oltre il 63% in Inghilterra (la regione più fiduciosa nella crescita della spesa IT),in Italia si abbassa al 54%. In Italia il 30% manterrà gli attuali livelli di spesa (contro il 20% in Uk), l’11% li ridurrà selettivamente, il 4% li ridurrà e il 2% non lo sa ancora.

Le parole chiave della tecnologia per il 2010 saranno flessibilità e scalabilità, per rendere i business più agili al cambiamento. Le aree chiave di investimento saranno: virtualizzazione server,consolidamento, e-busines s, progetti SOA.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore