Web@lfemminile, 24 ore non stop di pari opportunità

Management

La seconda edizione della maratona digitale prevede dibattiti e interviste dedicate alle donne. Il 31 marzo si terrà un evento lungo un giorno sul sito di Web@lfemminile

Le pari opportunità sbarcano online. Il 31 marzo si svolgerà una 24 ore non stop di pari opportunità sul sito di Web@lfemminile . La seconda edizione della maratona digitale prevede dibattiti e interviste dedicate alle donne, per un intero giorno.

Il mondo istituzionale, le aziende, la pubblica amministrazione, il mondo della scuola, del terzo settore, dei media e i cittadini, saranno chiamati a dare il proprio contributo sul tema del “gender gap”.

Con una situazione permanente di differenza, che vede il nostro paese al 67esimo posto della classifica mondiale del World Economic Forum sulle disparità di genere lontanissimo non solo dal Nord Europa, notoriamente sensibile al discorso sulla parità ma anche dalle più vicine Germania (11° posto) e Francia (15°)” – ha affermato Roberta Cocco, Direttore Marketing Centrale di Microsoft e responsabile del progetto futuro@lfemminile – “parlare e far parlare di questa tematica è un dovere per tutti quelli che continuano a credere che la vera parità sia un obiettivo raggiungibile. Noi di futuro@lfemminile ci crediamo, e crediamo ancor di più che una leva attuativa di questa parità sarà proprio la tecnologia”.

24 ore per confrontarsi su un modello di sviluppo e sulle linee di intervento in cui la donna può dare un importante contributo socio-culturale nell’approccio ai problemi e alle possibili soluzioni; 24 ore di approfondimenti sul ruolo della donna in ambito lavorativo, in relazione al nostro contesto industriale e organizzativo; 24 ore per illustrare le opportunità offerte dalla tecnologia che, sempre più accessibile, porta benefici concreti nella vita personale e professionale delle donne; 24 ore di confronto in cui esperti e personaggi famosi e non toccano temi rilevanti per l’universo femminile; 24 ore di storie.

Il 31 marzo basterà un clic per collegarsi al palinsesto della giornata, che prevede:f@f Five Friends, la web sitcom che illustra il social networking, l’instant messaging, le potenzialità della rete e dei nuovi strumenti digitali (netbook, smartphone…);10 canali tematici dedicati “Donne e…” (lavoro, tecnologia, e-commerce, PA eccetera); pillole di star per conoscere il rapporto di personaggi famosi e l’hi-tech; interviste istituziona li; incontro con gli esperti; E-learning; schede con contributi video; Storie di donne… e di uomini (il ruolo della tecnologia nella vita professionale e privata).

Per affrontare in modo adeguato il problema dell’assenza delle donne dal mondo del lavoro dovremmo uscire dalla “solita” questione di genere ed iniziare a considerare quei milioni di donne in età lavorativa inoccupate come un danno e una mancata opportunità per la crescita produttiva ed economica del Paese”. – ha dichiarato Pietro Scott Jovane, Amministratore Delegato di Microsoft Italia – “Gli economisti di tutto il mondo lo confermano:un’occupazione maggiore delle donne è in grado di far crescere gli indici economici dei Paesi. Ma questo prevede un’azione congiunta delle Istituzioni e del mondo imprenditoriale: insieme ad esempio ad un’organizzazione del tempo più flessibile sui posti di lavoro, le donne dovrebbero poter contare su più infrastrutture pubbliche che consentano loro una migliore conciliazione di vita professionale e vita privata”.

Per essere aggiornato sulle ultime notizie del mercato, iscriviti alle newsletter di NetMediaEurope, clicca qui

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore