WebOS sbarcherà su ogni Pc di Hp dal 2011

ManagementSistemi OperativiWorkspace
Hp TouchPad con WebOs

Non solo tablet e smartphone: Hp promette l’integrazione di WebOs con Microsoft Windows per vendere Pc WebOs dal 2012. I punti di forza della piattaforma di Hp

Hp porterà la piattaforma WebOs, appena vista a Mwc sui tablet Hp TouchPad e sugli smartphone Pre 3, su ogni Pc. Il nuovo Ceo di Hp Leo Apotheker, che ha sostituito Mark Hurd (passato ad Oracle), aveva già detto che WebOs, sistema operativo frutto dell’acquisizione da 1,2 miliardi di dollari di Palm, non è destinata a rimanere confinata nel Mobile, sui tablet e su smartphone. WebOS 2.1 si è arricchita di di 50 nuove funzionalità, inclusa la voce (voice dialing) e un ottimizzato multitasking.

La piattaforma WebOs ha come punto di forza l’opzione interconnettività che permette all’utente del tablet di rispondere a una chiamata, vedere le notifiche del telefono e condividere l’history del browser fra device. L’inter-connettività fra dispositivi WebOS consente agli utenti di condividere informazioni fra tablet e i loro smartphone WebOS. Questa funzionalità include notifiche di applicazioni, ma anche l’history del browser (la storia della navigazione Web) tramite “Touch to Share“, che inizia il data transfer una volta che gli utenti ottengono i dispositivi WebOS in prossimità l’uno dell’altro.

Hp vuole integrare la piattaforma WebOs con Microsoft Windows in modo che arrivi sui Pc di Hp dal 2012 (verso metà 2012 uscirà Windows 8 per tablet e Pc). Hp scommette su un’esperienza integrata per creare una “massive platform” in grado di attrarre i più importantio sviluppatori.Dopo l’enfasi sui tagli dell’era Hurd, Apotheker spinge l’acceleratore su innovazione e qualità. Il budget R&D di Hp era un anno fa di 2.96 miliardi di dollari. Presentato in un evento prima del Mobile World Congress 2011, il tablet Hp TouchPad con WebOs debutterà in aprile. Scrive Mario De Ascentiis: “WebOs non delude, ora la sfida si gioca sulle capacità di Hp di generare un vero ecosistema (senza precludere all’utente la possibilità di scegliere e cambiare) e sul numero di apps disponibili”.

Il 25% dei clienti del brand Urban Airship (in crescita del 5.9%) svilupperà applicazioni mobili per Windows Phone 7 nel 2011 (e il sondaggio è stato fatto prima dell’annuncio di Nokia – Microsoft): Windows Marketplace conta 9.000 apps, e ne aggiunge 100 ogni giorno grazie a 32.000 sviluppatori. nel 2011, il 90.5% contro il 99.5% di un anno fa svilupperà apps per iOS (Apple ha 350.000 apps su App Store), mentre il 74% (in crescita rispetto al 44% di un anno fa) svilupperà apps per Android. Secondo comScore Android è la prima piattaforma del mercato smartphone.

Ora, con questa mossa, tocca a Hp creare un ecosistema per WebOs catalizzando l’interesse dei developer, finora divisi fra iOS, Android e WP7. Adesso anche Hp vuole essere competitiva con gli application store rivali.
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore