Western Digital: capacità doppia per gli hard disk WD Raptor e prestazioni incrementate del 30% con la tecnologia "Command Queuing"

Stampanti e perifericheWorkspace

Capacità di 74GB, tempo d’accesso di soli 4,5 millisecondi e a velocità di 10.000 giri a minuto, a costi inferiori rispetto ai tradizionali sistemi SCSI

Western Digital ha apportato ulteriori miglioramenti in termini di volume di dati trasmessi, prestazioni e capacità dei suoi noti hard disk WD Raptor da 10.000 giri al minuto, di tipo SATA (Serial ATA): i dischi rigidi WD Raptor di nuova generazione, infatti, oltre a una capacità di 74GB, si avvalgono di tecnologie di accelerazione prestazionale Ultra/150CQ (Command Queuing) e RAFF (Rotary Accelerometer Feed Forward), il tutto a un costo significativamente inferiore rispetto ai tradizionali sistemi SCSI. La società prevede di avviare la commercializzazione dei nuovi hard disk WD Raptor con supporto Ultra/150 CQ a partire dal prossimo novembre. I produttori di soluzioni di archiviazione aziendale hanno rapidamente adottato gli hard disk SATA come una delle scelte più convenienti e affidabili per server e storage, sui quali gli hard disk WD Raptor forniscono dei livelli di prestazioni e affidabilità tra i più alti, rispetto agli hard drive SATA attualmente in commercio. I sistemi WD Raptor di nuova generazione sono stati presentati all’Intel Developer Forum svoltosi a San Josè, con delle dimostrazioni presso gli stand di Marvell, Promise e Silicon Image, partner tecnologici di Western Digital. La tecnologia di interfaccia Serial ATA assicura ai clienti e ai produttori di sistemi di archiviazione le caratteristiche di affidabilità, disponibilità, scalabilità e prestazioni richieste dai moderni ambienti aziendali. Secondo John Monroe, analista Gartner Dataquest, inoltre, la tecnologia Serial ATA è destinata a diventare l’interfaccia standard per gli hard drive dei PC desktop e notebook, e consentirà quindi una maggiore diffusione nelle applicazioni multiutente: la stima di Gartner è infatti che queste ultime – basate su ATA – cresceranno dai 3,3 milioni di unità del 2003 agli 11,1 milioni del 2007. Gli hard disk WD Raptor sono progettati per fornire prestazioni di livello adatto alle aziende, quali MTBF (Mean Time Between Failure, “tempo medio tra due malfunzionamenti”) di 1,2 milioni di ore, velocità di 10.000 giri al minuto, tempo medio di accesso di 4,5 millisecondi e garanzia di 5 anni. Con un’interfaccia SATA, la piattaforma elettromeccanica degli hard disk WD Raptor soddisfa appieno la domanda di disponibilità 24×7 tipica degli ambienti aziendali. La tecnologia Ultra/150 CQ di Western Digital, inoltre, ottimizza la sequenza dei trasferimenti dati dall’host al disco fisso aumentandone l’efficienza e migliorando il throughput e le prestazioni delle applicazioni enterprise. L’invio e l’esecuzione di un comando possono avere luogo contemporaneamente al trasferimento dei dati attivato da un altro comando, con il risultato di minimizzare la latenza di rotazione e il tempo di accesso del drive. I nuovi hard disk WD Raptor si avvalgono della tecnologia RAFF, che assicura prestazioni elevate anche in ambienti soggetti a forti vibrazioni, grazie alla capacità di compensazione variabile dei servomeccanismi. Il drive WD Raptor da 74 GB utilizza anche la tecnologia FDB (Fluid Dynamic Bearing), che riduce il rumore generato e incrementa l’affidabilità a lungo termine.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore