Western Digital lancia i drive “verdi”

ComponentiWorkspace

Sono ormai diversi i prodotti che mettono l’accento sulla coscienza
ambientale

LE PROSSIME DUE settimane saranno segnate dal lancio di diversi prodotti che mettono l’accento sulla coscienza ambientale. Non sappiamo quanto questo servirà alle vendite, ma non si può dimenticare che i regolamenti Energy Star 4.0 sono effettivi e il settore IT deve adeguarsi a regole nuove e più restrittive. Western Digital è il primo costruttore di hard drive a lanciare dei dispositivi a basso impatto ambientale con il nome GreenPower. Questa serie si rivolge a tutti i segmenti di mercato. La società sostiene che la nuova linea di prodotti consuma il 60% di energia rispetto alla generazione precedente e che, in altri termini, il risparmio ammonterà a 10 dollari all’anno a confronto con i più vecchi Caviar. Naturalmente i dati valgono per gli USA. Il resto del mondo potrebbe risparmiare anche un po’ di più, dati i costi dell’elettricità in Gran Bretagna, Germania o Italia. Come esempio enterprise WD ha utilizzato il caso di un centro dati con 10.000 drive GreenPower che risparmiano 100.000 dollari in costi energetici annuali e riducono le emissioni di CO2 di 600 tonnellate. Speriamo solo che questa coscienza ambientale non si traduca in prestazioni penose. Per poter mantenere tutte le promesse, WD ha inserito diverse tecnologie nel nuovo drive, tutte chiamate Intelliqualcosa: IntelliPower (ottimizzazione del consumo di energia dell’hard drive) IntelliPark (auto parcheggio delle testine) e IntelliSeek (l’elettronica per la riduzione dei tempi di ricerca). Gli hard drive saranno presenti sul mercato con capacità da 320 GB a 1 TB e per il momento sono disponibili solo dischi da 3,5?. WD sostiene che i dischi da 2,5? sono già disponibili con la tecnologia sopra citata con il marchio Scorpio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore