Wi-Fi oltre il limite

Management

In prova dieci soluzioni per creare reti wireless a 100 Mbit/s

Le reti wireless stanno conoscendo una diffusione sempre maggiore e il mercato del Wi-Fi è uno di quelli più attivi nell’ambito dell’information technology. È sempre maggiore l’esigenza di essere sempre connessi a Internet e agli altri Pc in rete, a casa e in ufficio, anche senza la schiavitù del cavo, o là dove il cavo Ethernet non può arrivare: gli ultimi mesi hanno visto proliferare access point e schede Wi-Fi non solo negli ambienti di lavoro ma anche nelle case e la tendenza è in crescita. Il problema in cui gli utenti si imbattono però è quello delle prestazioni. Una rete che segue lo standard 802.11b, nominalmente a 11 Mbit/s, di fatto permette di trasferire file a circa 4 o 5 Mbit/s in condizioni ottimali, che possono diminuire sensibilmente quando tra access point e scheda Wi-Fi si intrappongono degli ostacoli, per esempio quando si accede da una stanza diversa da quella in cui è sito l’access point, o addirittura da un piano all’altro dell’edificio. Con hardware che segue lo standard 802.11g le cose vanno un po’ meglio, ma anche in questo caso non si riescono a raggiungere nemmeno lontanamente i 54 Mbit/s teorici. Per incrementare ancora le velocità di trasferimento i produttori hanno allora anticipato i futuri standard, prevedendo protocolli di trasmissione a 100 Mbit/s e oltre; proprio a questi prodotti abbiamo deciso di dedicare il grouptest di questo mese, per verificare sul campo quale velocità effettiva di trasferimento è possibile raggiungere e quali problemi si possono riscontrare quando i dati non viaggiano sul cavo ma attraverso l’etere. Come vedremo, nei migliori casi si riescono a raggiungere i 30 – 35 Mbit/s di velocità media di trasferimento, ossia valori che anche in questo caso sono molto lontani da quelli nominali; si tratta comunque di velocità ampiamente superiori a quelli raggiungibili con apparecchiature Wi-Fi tradizionali e pertanto le soluzioni a 100 Mbit/s sono da consigliare a chi necessita di una rete wireless ad alta velocità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore