Wikiasari sfida Google

Marketing

Il progetto che vedrà la luce nel primo trimestre porta la firma del
fondatore di Wikipedia

C’è fermento nel mondo dei motori di ricerca, dove finora Google continua ad allungare le distanze sugli avversari e il panorama sembrava immobile e fin troppo prevedibile. A sfidare Google e Yahoo ci prova addirittura una costola di Wikipedia, la popolare enciclopedia online, il progetto open source su base volontaria. A lanciare il guanto al page rank di Google sarà il fondatore di Wikipedia, Jimmy Wales. Il progetto, che vedrà la luce nel primo trimestre del 2007, si chiama Wikiasari. Il search engine sfrutterà l’elemento umano, uno dei motori del Web 2.0, per contrastare spam e risultati inutili e inefficaci. Wales vuole migrare l’approccio umano di Wikipedia in Wikiasari per dare un top ranking, non più basato su link popularity o altri meccanismi tecnici, bensì sul giudizio della comunità di utenti. Anche Amazon, che ha recentemente liquidato il suo motore A9, sta finanziando il progetto per offrire una chance in più al Web 2.0 contro il gigante della ricerca online Google.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore