WikiLeaks ci riprova con una nuova ondata di file Top secret

MarketingNetwork

WikiLeaks pubblicherà una nuova poderosa tranche di segreti di guerra. Questa volta sull’Iraq

WikiLeaks sta per pubblicare il più grande leak militare della sua storia. WikiLeaks sta per tornare alla ribalta con la più grave falla nella segretezza di sempre pubblicando una nuova poderosa tranche di nuovi segreti di guerra (questa volta relativi all’Iraq), dopo i 77 mila documenti (sull’Afghanistan) offerti in anteprima al New York Times, Der Spiegel e al Guardian.

A metà tra la nuova frontiera del giornalismo 2.0 e l’anarco-, WikiLeaks torna a far tremare il Pentagono e i palazzi del potere di Washington. Iain Overton, editor del Bureau of Investigative Journalism, ha detto a Newsweek che la sua organizzazione non-profit sta lavorando e collaborando con Wikileaks, TV e stampa sull’anticipo del nuovo rilascio di documenti Top secret. Lo riporta The Register.

Da sempre WikiLeaks, fondato da Julian Assange, capo di Wikileaks, svela i segreti scomodi. Wikileaks è un sito collaborativo al quale chi vuole può mandare documenti altrimenti destinati a restare segreti, ma non pubblica tutto: prima verifica e non pubblica dati privati.

Finanziato con donazioni (lo scorso inverno versava in difficoltà economiche), Wikileaks sta assumendo il ruolo del sito paladino della libertà di stampa. File pubblicati su WikiLeaks che hanno mostrato la fragilità di una banca islandese, hanno innescato la crisi finanziaria del paese nordico. Tramite questo sito è stato rivelato il Rapporto Caio, sul Digital divide italiano, e l’attacco di un elicottero americano a Bagdad in cui vennero uccisi 12 civili, tra cui due dipendenti dell’agenzia Reuters.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore