WikiLeaks senza fondi, sospende il servizio

Marketing

In questi anni WikiLeaks ha pubblicato tanti dossier controversi e confidenziali. Ma ora soffre per problemi finanziari e stacca la spina

In Italia WikiLeaks svelò il Rapporto Caio sul Digital Divide del Belpaese. In Svizzera era finito nell’occhio del ciclone sotto pressione di una banca svizzera che ne aveva minacciato la chiusura. Ma oggi Wikileaks.org , il server fondato nel 2006 che permetteva di pubblicare documenti scottanti sotto anonimato, chiude per motivi meno nobili: per mancanza di fondi.

Di recente WikiLeaks aveva postato gli Sms delle vittime delle Torri Gemelle dell’11/09/2001. Ma anche segreti su Guantanamo, Scientology, la vicenda dell’e-mail di Sarah Palin eccetera.

A Natale WikiLeaks aveva chiesto soldi come del resto Wikipedia. Ma la crisi per ora ha staccato la spina al servizio che voleva solo regalare un “mondo più trasparente”, più democratico e meno opaco.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore