WikiLeaks usa domini e mirror negli Stati Uniti

MarketingNetworkProvider e servizi Internet

WikiLeaks sta ospitando la sua cache di dispacci confidenziali sui server di Amazon basati negli Usa. Anche il domain name registrar ed il servizio DNS sono americani

Mentre tutti scrivono che WikiLeaks fa danni soprattutto all’attuale amministrazione Obama negli Usa, The Register scopre che WikiLeaks avrà i server in Svezia e fuori dalla giurisdizione Usa, tuttavia impiega domini Internet e mirror ubicati negli Stati Uniti.

In poche parole se gli Usa volessero staccare la spina, potrebbero farlo. Infatti WikiLeaks sta ospitando la sua cache di dispacci confidenziali dello US Statement Department sui server di Amazon basati negli Usa. Secondo NetCraft i mirror sono sui servizi EC2 di Amazon e sui server francesi di French ISP Octopuce. Ma c’è di più: WikiLeaks usa anche il domain name registrar (Dynadot) ed il servizio DNS Usa (EveryDNS).

Secondo Fabio Ghioni del Tiger team, che proteggeva la rete della Telecom prima delle grane giudiziarie: “È significativo che Wikileaks non abbia mai pubblicato documenti della Cia, ma solo del Pentagono e del Dipartimento di Stato, per ora“. L’ombra degli 007 (e dei finanziamenti cinesi) si fa strada: WikiLeaks nasce in maniera idealistica, ma poi qualcosa forse è successo. La svolta dell’ultimo anno (ricordiamo che 12 mesi fa Julian Assange denunciava la fine dei fondi e annunciava la sospensione del servizio) potrebbe nascondere qualcosa. Il mistero, insomma, s’infittisce.

Infine, a proposito della personalità narcisista di Julian Assange, ZdNet non esita definirlo amorale anche quando provò a mettere in blackmail Amnesty International.

WikiLeaks
WikiLeaks
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore