Wikipedia: 500.000 articoli in 50 lingue

Management

Wikipedia (Wikipedia.org), una delle prime enciclopedie open content
online ha annunciato il nuovo traguardo.

Solo nell’ultimo anno sono stati scritti oltre 300.000. Per la prima volta, sono più numerosi in totale gli articoli nelle versioni in altre lingue che in inglese, un dato che sottolinea la natura sempre più internazionale della collaborazione. Hanno superato la cifra di 10.000 (con un’approssimazione di un migliaio) gli articoli delle sezioni Inglese, Tedesco, Giapponese, Francese, Polacco, Svedese, Olandese, Spagnolo, Danese, Esperanto. Contano invece oltre mille articoli le sezioni in lingua Italiana (6.400 voci), Catalano, Cinese, Ebrea, Rumena, Slovena, Finlandese, Croata, Estone, Interlingua, Norvegese, Afrikaans, Portughese, Latina, Russa, Vallone, Ceca, Malese. A differenza delle enciclopedie tradizionali, scritte e pubblicate da professionisti, Wikipedia, progetto nato nel gennaio 2001 per volontà dell’imprenditore Jimmy Wales e dal filosofo Larry Sanger, è il risultato del lavoro di migliaia di volontari. Chiunque può collaborare scrivendo una voce o pubblicandone una già esistente. Come lo descrivono i «wikipediani» Wikipedia è un sito WikiWikiWeb, dove chiunque può modificare quasi tutte le pagine in qualunque momento (wiki significa svelto in lingua Hawaiiana). Il sito si basa sul software MediaWiki, applicazione creata collaborativamente che permette agli utenti di creare collettivamente documenti web senza bisogno di registrarsi, disponibile sotto la GNU General Public Licence, così come lo sono tutti i contenuti di Wikimedia, in modo che ognuno possa riutilizzare i contenuti di Wikipedia anche per scopo commerciale, con la sola clausola di passare gli stessi diritti agli altri e di includere il particolare progetto Wikimedia come fonte. Gli utenti possono costruire gli articoli mediante modifiche successive: ogni pagina contiene infatti il link «Modifica articolo». È possibile visionare anche le più vecchie versioni di una pagina, collaborando o discutendo su argomenti controversi. Le difficoltà di un’impresa del genere? La neutralità è difficile da mantenere, così come l’accuratezza. Un gruppo comunque si occupa regolarmente di controllare le modifiche più recenti per eventuali rapide correzioni e per assicurare che non venga fatto scempio delle voci.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore