3 Italia – Wind, si intensificano le voci di fusione

AziendeMarketing
Olidata lascia Acer: è tutta Made in Italy
3 1 Non ci sono commenti

L’operazione Wind – 3 Italia viene valutata circa 3-4 miliardi: Infostrada sarebbe nel mirino di Vodafone, mentre Telecom Italia punterebbe alle torri Tlc, in vista della cessione delle proprie torri

Wind, appartenente al gruppo Vimpelcom, e 3 Italia, controllata da Hutchison Whampoa, potrebbero davvero unirsi. Hutchinson Wampoa sarebbe al lavoro per preparare un’offerta in contanti e azioni per Wind. L’operazione viene valutata circa 3-4 miliardi: Infostrada sarebbe nel mirino di Vodafone, mentre Telecom Italia punterebbe alle torri Tlc, in vista della cessione delle proprie torri.

Il consolidamento fra Wind-3 Italia viene visto di buon occhio da tutti: la fusione  ridurrebbe il livello di concorrenza tra gli operatori del mobile, permettendo un aumento delle tariffe e dei margini.  La fusione fra Wind e 3 Italia è solo un’opzione sul tavolo, ma secondo Mediobanca è la più probabile. Il magnate Li Ka-Shing è interessato ad espandersi in Europa, soprattutto dopo che la trattativa con Telecom Italia è naufragata.

Negli ultimi dodici mesi il saldo risulta positivo per H3G (+1,3 milioni), Wind (+357 mila). Su Wind pesa un debito alto che sfiora i 12 miliardi di euro. 3 Italia ha incrementato la sua quota di clienti consumer mentre è calata quella business; diversa sorte per Wind che sale invece in entrambi i segmenti.

Vodafone sta incassando 130 miliardi di dollari dall’uscita da Verizon Wireless e si sta rafforzando nel fisso. Il principale carrier europeo, nel giro di cinque anni, vuole coprire la regione con servizi come Tv, Internet e telefonia.

Il 2013 è stato uno degli anni più complessi per il mercato della telefonia Mobile in Italia. Hanno pesato diversi fattori: la debolezza dei consumi, normative sfavorevoli e la concorrenza sui prezzi. Adesso, la guerra dei prezzi sembra aver allentato la morsa. La crescente offerta di 4G/LTE potrebbe rappresentare la svolta, accentuando la differenza tra i player e accelerando la migrazione dai contratti pre-pagati a quelli in abbonamento.

Neelie Kroes intende creare un unico mercato delle Telco (single market for Tlc): il consolidamento va nella direzione auspicata. L’Europa vuole un mercato più concorrenziale e in salute come il mercato delle Telco negli Stati Uniti e in Asia.

 

3 Italia - Wind, si intensificano le voci di fusione
3 Italia – Wind, si intensificano le voci di fusione
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore