Wind salda Enel e scommette sulla crescita

Aziende

Il Presidente Naguib Sawiris, dopo aver rimborsato quasi un miliardo di euro all’Enel, chiarisce: 3 Italia costa troppo, ma fusioni alla pari saranno possibili. Il punto sulla cessione delle torri

Il Presidente di Wind Naguib Sawiris, intervistato da Il Sole 24Ore, afferma che il consolidamento nelle Tlc continuerà e, appena sarà terminata la crisi del credito, innescata dalla crisi dei mutui subprime in Usa, ripartiranno anche le acquisizioni.

Dopo aver rimborsato quasi un miliardo di euro all’Enel (963 milioni) per il saldo di Wind, Naguib Sawiris afferma: “Anche le fusioni alla pari sono un’opzione che non mi sento di escludere”.

A Sawiris piacerebbe 3 Italia, ma è troppo cara (per ora). Per rimborsare 1 miliardo a Enel Sawiris cede il 12,8% di Weather con un bond convertibile.

Sawiris conclude: “Del futuro non parlo mi interessa il presente: Gubitosi e’ un bravo manager“.

Infine scade oggi il termine per presentare l’interessamento per le 18mila torri di Wind e 3 Italia confluite in Eiffe l. La cessione riguarda il 50,1% della newco e vale 1,5-2 miliardi di euro. Le cordate interessate sono tre: Dmt, F21, Babcok&Brown, i fondi Rreef di Deutsche Bank e Unicredit; Tdf e Atlantia; Clessidra e Abertis.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore