Wind volta le spalle al Decreto Bersani

Mobility

Ancora una volta l’operatore mobile finisce nel mirino di un’associazione
consumatori: Aduc denuncia la disattivazione di alcune Sim da parte di Wind

Wind è di nuovo ai ferri corti con gli utenti. Si arricchisce la saga sulla recezione del Decreto Bersani: Wind è accusata di aver cancellato alcune Sim di utenti rei di non aver effettuato una ricarica negli ultimi dodici mesi. Aduc suggerisce alle vittime di inviare a Wind una raccomandata di messa a mora, intimando all’operatore mobile la riattivazione della scheda telefonica e di segnalare quanto successo all’Autorità Garante delle Comunicazioni. Secondo Aduc, Wind cerca con ogni mezzo di costringere gli utenti ad abbandonare vecchi piani tariffari, più economici, per passare ai nuovi piani rincarati. L’Autorità del resto è già stata tirata in ballo sull’indagine dei rincari delle tariffe di alcuni operatori dopo l’abolizione dei costi di ricarica: Wind era già sulla graticola per aver modificato una tariffa (Wind 10) a utenti già attivi. Ora vedremo se l’Authority dichiarerà illegittima anche quest’ultima mossa di Wind.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore