Windows 10 a quota 400 milioni di dispositivi

Sistemi OperativiWorkspace
Windows 10 taglia il traguardo dei 400 milioni di dispositivi
1 3 Non ci sono commenti

Prosegue la corsa del sistema operativo multipiattaforma di Microsoft: Windows 10 aveva toccato i 200 milioni di dispositivi attivi a marzo ed ora ha raggiunto i 400 milioni di device

Lanciato il 29 luglio 2015, aggiornato lo scorso inizio agosto, Windows 10 ha tagliato il traguardo 400 milioni di istallazioni. Lo ha annunciato la stessa azienda in occasione della conferenza Microsoft Ignite che oggi ha aperto i battenti ad Atlanta. Dal 29 luglio scorso, l’OS presentato dal Ceo Satya Nadella, in download gratuito nell’arco dei primi 12 mesi, è diventato un OS a pagamento. Prosegue la corsa del sistema operativo multipiattaforma di Microsoft, che aveva toccato i 200 milioni di dispositivi attivi a marzo, raggiunto i 300 milioni agli inizi di maggio e i 350 milioni a fine giugno.

Windows 10 taglia il traguardo dei 400 milioni di dispositivi
Windows 10 taglia il traguardo dei 400 milioni di dispositivi

L’aggiornamento dell’ultima versione del sistema operativo renderà più agevole l’uso del pennino digitale, sarà dotato di nuova tecnologia per rilevare attacchi hacking e avrà la capacità di collegarsi a un Pc con dispositivo indossabile al posto di una password. L’aggiornamento, infatti, introduce maggiore sicurezza via biometria con Windows Hello, ma no solo: Windows Ink ottimizza l’input pen-driven, sono supportati nuovi giochi su DirectX 12, ed è migliorato l’assistente digitale Cortana. Microsoft ha incluso le librerie e le linee di comando Linux su Windows, a partire dalla Bash shell, supporto a Internet of things (IoT) e intelligenza artificiale (AI).

Secondo Netmarketshare, il sistema operativo dell’azienda di Redmond detiene il 90,52% di quote di mercato (la nuova versione ha sorpassato il 20% di quote di mercato, un anno dopo il rilascio), seguito dal MacOs al 7,37% e Gnu/Linux al 2,11%.

microsoft-windows-10-400-milioni-deviceAlla conferenza Build 2016, Microsoft aveva annunciato Desktop Bridge, illustrando come i vecchi programmi possono diventare app Windows 10. Microsoft ha mostrato i frutti del lavoro svolto in tema di Project Centennial, la piattaforma in grado di convertire i classici programmi per l’ambiente desktop di Windows in app per Windows Store. Desktop Bridge è lo strumento che, tramite l’uso del Desktop App Converter, consente agli sviluppatori di applicazioni desktop di “tradurle e trasferirle” in apps universali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore