Windows 10 arriva il 29 luglio, le novità più importanti

Sistemi OperativiWorkspace
6 12 Non ci sono commenti

Il 29 di luglio anche in Italia arriva finalmente Windows 10, l’upgrade è gratuito per chi aggiorna da Windows 7 SP1 e versioni successive. Tutto quello che bisogna sapere, subito, per prepararsi nel migliore dei modi

Dal 29 di luglio Windows 10 arriva in 190 Paesi tra cui anche l’Italia. Già in questi giorni, chi utilizza una versione di Windows tra quelle che consentono l’upgrade diretto (da Windows 7 in poi) riceve in basso a destra sulla barra delle applicazioni un alert con il logo di Windows che offre le prime indicazioni e verifica se il sistema è pronto per ricevere ed effettuare l’aggiornamento. Il 29 di luglio gli utenti potranno avere Windows 10 per PC e tablet scaricando l’aggiornamento gratuito. Ovviamente per chi dispone già di Windows 8.1 l’aggiornamento sarà quanto di più vicino c’è a un semplice update.

Windows 10 con il nuovo Menu Start
Windows 10 con il nuovo Menu Start

L’esperienza Windows 8 (e relativo Win 8.1) non viene cancellata ma Microsoft, con Windows 10, finalmente riconosce in pieno le esigenze e le richieste degli utenti senza touchscreen, e soprattutto di quelli aziendali, con un effettivo ritorno del menu Start, ‘potenziato’ dalle icone, ma lasciando agli utenti di qualsiasi tipologia di pc un utilizzo comodo, quindi anche con l’ambiente desktop classico. Finalmente è il sistema operativo ad adattarsi alle macchine su cui viene installato, e non l’utente a doversi adeguare alle nuove interfacce.

E’ questa una delle tantissime migliorìe apportate a un sistema che vuole offrire un’esperienza ad hoc, ma sostanzialmente coerente, così come sui laptop, anche su tablet e smartphone. Comandi vocali, gestuali, scrittura e ologrammi sono integrati nella nuova esperienza offerta da Windows 10, che ha visto rivoluzionare con Cortana per i comandi vocali e con project Spartan ora Microsoft Edge, per il browsing, alcuni aspetti fondamentali dell’interazione uomo/macchina. Riguardo Microsoft Edge, ora è possibile prendere appunti direttamente sui siti web, condividere i contenuti in modalità Lettura. E con Cortana, il browser è in grado di effettuare velocemente le ricerche per proporre contenuti basati su interessi e preferenze personali.

Si possono utilizzare fino a quattro applicazioni insieme. Questa caratteristica perduta con Windows 8.1 viene ora presentata come una novità
Si possono utilizzare fino a quattro applicazioni insieme. Questa caratteristica perduta con la nuova interfaccia a mattonelle di Windows 8.1 viene ora presentata come una novità. E’ sempre stato possibile farlo con la versione di Windows in visualizzazione Desktop

Per migliorare la sicurezza il nuovo Windows arriva con Windows Hello (con il PC che saluta il proprietario con il suo nome e permette l’autenticazione senza password sfruttando i parametri biometrici – un’interessante caratteristica sfruttabile se si dispone di fotocamera illuminante a infrarossi per il riconoscimento facciale, il rilevamento dell’iride o un sistema di lettura delle impronte digitali supportati da Windows Biometric Framework), e con Microsoft Passport e la protezione gratuita anti-malware Windows Defender che si aggiorna in modo automatico per tutta la durata del ciclo di vita del dispositivo.

Windows Hello, riconosce e saluta il proprietario
Windows Hello, riconosce e saluta il proprietario

Il nuovo Windows 10 comprende la versione universale della suite Office per Windows 10con Word, Excel, PowerPoint e Outlook. Chi desidera l’esperienza completa di Office deve scegliere Office 2016 per desktop. Infine novità anche per la continuità dell’esperienza tra device diversi grazie a Continuum che trasforma un dispositivo mobile in un vero e proprio PC per garantire un’esperienza desktop completa anche in mobilità.

Per tutte le informazioni di upgrade il sito di riferimento è quello di Microsoft a questo link e per risolvere ogni dubbio si raccomanda al momento la lettura della pagina delle FAQ Microsoft dove vengono offerti tutti i dettagli relativi alla versione cui si avrà diritto nell’upgrade a seconda della propria versione Windows, i requisiti, le caratteristiche che si perderanno; il funzionamento dello strumento per la preparazione all’aggiornamento è spiegato in queste pagine lo troverete nel menu in basso a destra del pc sulla barra delle applicazioni, nelle FAQ è spiegato anche cosa fare nel caso in cui non lo si riceva.

L’arrivo di Windows 10, e le novità per quanto riguarda gli ambienti di sviluppo rilanciano Microsoft nell’era dei dispositivi mobile. La grande e importante incognita resta però il futuro di Microsoft nel mercato smartphone, il device che in questo momento fa il mercato. Dopo il lancio di Windows 10, Redmond non avrà più alibi, e nonostante la strategia preveda il primato come ‘platform vendor’ pensiamo sarà sempre più difficile conquistarlo e mantenerlo senza essere di riferimento proprio a partire da Windows 10 sugli smartphone, il rischio è che il futuro si scriva altrove.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore