Windows 10 in dieci punti

ManagementMarketingSistemi OperativiWorkspace
Joe Belfiore di Microsoft presenta Windows 10
1 0 Non ci sono commenti

Da Project Spartan a Cortana fino a Microsoft Surface Hub e alla sorpresa
dell’ologramma con HoloLens. I dieci annunci-chiave dell’evento Windows 10

Ieri Microsoft ha presentato Windows 10, un sistema operativo ambizioso, dedicato a tutti i dispositivi, dagli smartphone ai tablet, dai desktop al gaming. Da Project Spartan a Cortana fino a Surface Hub e alla sorpresa dell’ologramma con HoloLens, ecco le dieci novità dell’evento Windows 10.

Al primo posto c’è l’attesissimo ritorno del bottone Start. Un ritorno reale, dopo la delusione Windows 8. Lo Start menu è lo stesso di Windows 7, ma si aggiunge uno spazio per le apps favorite e i Live Tiles di Windows 8. Windows 10 offrirà un’esperienza migliore per gli utenti Windows, senza perdere le migliori funzionalità introdotte in Windows 8.

Lo Start Menu su Windows 10
Lo Start Menu su Windows 10

Quando Apple Siri arrivò su iPhone 4S, l’assistente vocale divenne il nuovo must. Microsoft, che ha già lanciato Cortana sul Mobile, ora porta l’assistente digitale su Pc. Ora Cortana arriva su desktop grazie a Windows 10, per consentire all’utente di porre interrogazioni a voce (query vocali), dal meteo alle ricerche online. Non è chiaro come i dipendenti vorranno parlare ad alta voce al loro laptop, ma Cortana su Pc può essere utile per chi lavora a casa o cerca interfacce più moderne e intuitive. I tester potranno sperimentare Cortana via programma Windows Insider.

Cortana su Wndows 10
Cortana su Wndows 10

L’opzione Continuum in Windows 10 non era stata implementata nella preview precedente, ma migliora l’usabilità dei 2-in-1. Continuum consente alle persone di interagire coi loro PC in diversi modi in differenti tempi: è dedicata agli ibridi 2-in-1, dispositivi con modalità tablet, ma che possono essere convertiti in laptop, collegando una tastiera staccabile.

Continuum è il tool che riconosce in automatico quali periferiche sono collegate e quale dispositivo stiamo usando.

In modalità tablet, le apps girano full screen e sui display Windows, le icone menu sono più facili da lanciare. Quando Windows rileva tastiera e mouse, le apps tornano a girare nella modalità consueta.

Continuum – citato più volte da Joe Belfiore nel suo discorso – è anche il prolungamento di un’esperienza quando si passa da smartphone a tablet, a laptop, ma rappresenta anche un approdo finale unico per le fatiche degli sviluppatori.

L'app Xbox di Windows 10
L’app Xbox di Windows 10

L’app Xbox di Windows 10 non avrà un collegamento diretto con il business, ma l’app si rivolge ai manager che viaggiano molto per lavoro. L’applicazione fornisce l’accesso alla rete di gaming Xbox Live sui Pc Windows 10 e Xbox One.

Xbox su Windows 10 invia i giochi in streaming su laptop e pc.

I giocatori possono spaziare dal gioco con i titoli Xbox all’editing e alla condivisioni delle vittorie su dispositivi Windows 10.

Windows 10 è gratis per i primi 12 mesi
Windows 10 è gratis per i primi 12 mesi

Windows 10 sarà disponibile per 12 mesi senza pagare per tutti coloro che utilizzano già Windows 7, Windows 8.1 e Windows Phone 8.1. Sono esclusi invece gli utenti che sono rimasti a Windows Xp (meno del 20 percento del totale degli utilizzatori di Windows). Questo fatto dovrebbe aiutare la migrazione dalle più vecchie piattaforme a Windows 10.

Project Spartan è il nuovo browser di Windows 10
Project Spartan è il nuovo browser di Windows 10

Internet Explorer, a lungo deriso perché non rispettava gli standard, poi criticato per le vulnerabilità e i problemi i funzionalità, lascia lo spazio al browser Project Spartan. Con un nuovo motore di rendering, Spartan è stato ottimizzato per il nuovo web di oggi. Il nuovo browser ha un nome in codice: Project Spartan, con nuovo motore di rendering, nuovo look and feel, e con tre importanti novità. Partiamo dalla modalità di annotazione: il noting mode permette di disegnare su tutta la pagina Web, commentare e condividere le note sulla pagina Web. Cliccando ovunque, si possono aggiungere commenti: non è un’opzione esclusiva di Spartan su touch. Il tutto si può salvare anche su OneNote. La seconda novità è Reading Mode, che formata la pagina web come un libro, e appare semplice e pulita. La Reading List si sincronizza su smartphone e tablet, per salvare i contenuti offline e leggerli dopo. Spartan integra Cortana.

Ancora non è chiaro se Spartan rimpiazzerà completamente IE, ma la decisione di Microsoft è stata ben vista.

Microsoft Surface Hub è un nuovo dispositivo Windows 10 con display da 55 pollici o 84 pollici, con risoluzione 4K e versione di Skype for Business e OneNote. Il device è dotato di videocamere, speaker, microfoni, connettività Wi-Fi, Bluetooth, NFC.

Il device è pensato per consentire ai gruppi di utenti nei brainstorming. Dotato di input touch and ink, l’hardware a bordo come videocamere e sensori, abilitano l’interazione con il sistema.

Microsoft Surface Hub
Microsoft Surface Hub

La grande novità per gli sviluppatori sono le apps universali, da scrivere una volta sola e pronte per tutti i device. Il futuro è ‘one Windows‘ cui basta il proprio codice per adattarsi ad ogni device su cui viene installato. Belfiore ha mostrato Windows 10 su Pc a confronto con la versione per lo smartphone: è lo stesso codice, ma formattato diversamente per adattarsi allo schermo.

Le applicazioni per Windows 10 offriranno un’esperienza consistente e touch-first attraverso smartphone, tablet e PC con le nuove versioni di Word, Excel, PowerPoint, OneNote ed Outlook.

Project Spartan con le modalità annotazione
Project Spartan con le modalità annotazione

Microsoft ha svelato Windows Holographic, un dispositivo con HoloLens che permette di vedere ologrammi, mentre traccia la voce del’utente, motion e surrounding. L’azienda ha mostrato anche HoloStudio, software per creare ologrammi, stampa 3D e condividerli. Windows 10 si adatta a tutte le piattaforme, a partire dal futuro in ambito olografico. Sono previste API per sviluppare e HoloLens, il primo computer olografico senza bisogno di cavi.

Il computing olografico è la risposta di Microsoft ai Google Glass. HoloLens è un casco di realtà aumentata (Augmented Reality – AR) che permette a chi lo indossa di vedere ed interagire con il mondo reale, invece che con la grafica generata da un computer. Nella demo di Microsoft è mostrato come un device possa consentire agli ingegneri di vedere e passeggiare virtualmente in una rappresentazione 3D di un modello CAD, o di permettere agli scienziati della NASA (Jet Propulsion Laboratory) di esplorare l’area in cui è presente Mars Rover.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore