Windows 2000 e Xp Sp2 vanno in pensione domani

ManagementMarketingSistemi OperativiWorkspace

Martedì 13 luglio Microsoft cesserà il supporto di Windows 2000 (client e server) e di Xp Sp2

Il 13 luglio, in concomitanza con il patch day, Microsoft cesserà il supporto di Windows 2000 (versioni client e server) e di Xp Sp2. Significa che chi ancora utilizza queste versioni di Windows non riceverà più patch né aggiornamenti di sicurezza. Per chi ancora non ha effettuato l’upgrade a Windows 7, l’unica versione di Xp ancora supportata rimane quella con il terzo service pack: Windows Xp Sp3 infatti andrà in pensione nell’aprile 2014.

Gli Oem potranno invece installare Xp Sp3 solo fino al 22 ottobre, dopodiché anche sui netbook salirà solo Windows 7. Sul fronte server, il supporto di Windows 2003 entrerà da domani nella fase limitata: soltanto update critici.

Scatta dunque l’ora di passare a Windows 7 (forte di 150 milioni di copie vendute dallo scorso fine ottobre): secondo Net Applications (dati di giugno) Xp ha ancora lo scettro del mercato Pc con il 62,43%, seguito da Vista al 14,68% e da Windows 7 (prossimo al sorpasso su Vista) al 13,7%; Mac Os X si ferma al 4,37%.

Leggi anche: Quattro bollettini nel Patch day di luglio

Dì la tua in blog Cafè: Il 13 luglio Microsoft forza il passaggio a  Windows 7

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore