Windows 7 girerà anche su memorie flash

CloudServer

Le deludenti prestazioni di Windows XP e Vista potrebbero essere presto dimenticate. E’ il tema trattato alla Windows Hardware Engineering Conference

Microsoft sta progettando di far lavorare i software Windows anche sui Solid State Drives (SSD), le memorie flash di alcuni netbook che non hanno hard disk. Non è un cambiamento da poco, ma può considerarsi per avviato, almeno da quanto sta emergendo dalle discussioni sulla Windows Hardware Engineering Conference che si terrà questa settimana.

Le misere prestazioni di Windows XP

e Vista sui SSD, fanno pensare che la svolta di Microsoft inizierà solo con il lancio sul mercato di Windows 7. E infatti nell’agenda della conferenza una sessione è dedicata a “Windows 7 Enhancements for Solid-State Drives”.

L’abstract che illustra il tema della sessione parla dei “sistemi PC che hanno drive allo stato solido e che stanno incrementando velocemente i loro volume sul mercato”. Insomma Microsoft intende discutere su come sviluppare netbook con memorie flash usando Windows 7.

Gli analisti, per esempio Jim Handy di Objective Analysis interpellato da CNet , plaudono alla scelta di Microsoft, specificando che la possibilità di far girare anche Windows darà un’ulteriore spinta al’utilizzo di memorie di questo tipo e al loro perfezionamento.

Fonte: The Inquirer.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore