Windows 7, il tool di download viola la Gpl?

Sistemi OperativiWorkspace

Il tool di aggiornamento per Windows 7, noto come Windows USB/DVD Tool, voleva semplificare il download del nuovo sistema operativo sui netbook. Ma è accusato di aver usato codice rilasciato sotto GPL 2

A scanso di equivoci, Microsoft ha eliminato l’update tool per Windows 7 dal suo Microsoft Store, in seguito alle denunce di alcuni blogger sul fatto che lo strumento violi la Gpl. Anche Microsoft sta indagando per evitare gaffes.

Il tool di aggiornamento per Windows 7 voleva semplificare il download del nuovo sistema operativo sui netbook.

Ora è da chiarire se Windows USB/DVD Tool violi o meno la General Public License (Gpl), la licenza del software libero. Microsoft potrebbe aver usato il codice da un tool chiamato ImageMaster , rilasciato sotto GPL 2.

Da tempo FSF di Richard Stallman vuole accertarsi che l’endorsement delle distribuzioni free di GNU/Linux rimangano realmente liber e, secondo i dettami della General Public Licence. Lo scorso maggio Cisco ha trovato un accordo con l’open source : Fsf aveva portato Cisco in tribunale per violazione della Gpl , ma, in seguito all’intesa, l’azione legale è stata ritirata. Nel 2008, dopo anni di contesa, Skype è stato riconosciuto colpevole di violazione della General Public License (Gpl). La licenza della Free Software Foundation, o meglio Gpl-violations.org, ha vinto in tribunale alla prima corte di giudizio di Monaco.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore