Windows 7, punto per punto

Sistemi OperativiWorkspace

Microsoft scandisce lo sviluppo di Windows 7: la vera Beta dovrebbe arrivare entro metà gennaio; questo anticipo e l’accelerazione su Vista Sp2 dimostrano che Seven sarà praticamente ‘completo’ prima dell’estate. Con l’erede di Vista, fermo al 20% di utenza (e Xp al 66%), Microsoft vuole riportare Windows a crescere: è sceso, per la prima volta, sotto la soglia del 90%.

In attesa della Beta 1 di Seven, gli utenti Microsoft possono già conoscere alcune caratteristiche sull’erede di Vista: dal WiFi facile alle Jump Lists, dai gadget

fluttuanti a Homegroup e all’avvio rapido.

Microsoft mette il turbo allo sviluppo di Windows 7. La versione pre-beta è stata presentata e distribuita agli sviluppatori in occasione della Professional Developer Conference (Pdc) 2008, e subito dopo è finita su BitTorrent, con grande successo di download, dimostrando che c’è forte attesa per Seven.

Inoltre, pare che Microsoft voglia offrire agli sviluppatori un Dvd con la prima beta di Windows 7 all’inizio del 2009. C’è già una data: 13 gennaio.

Se a gennaio la prima beta sarà pronta, come sembra dai blog,entro l’estate Windows 7 vedrà la luce.

Del resto, il Service Pack 2 di Windows Vista e Windows Server 2008 è stato reso disponibile agli abbonati di TechNet e MSDN, e nelle prossime ore sarà pubblico:

il rilascio di Vista Sp2 a primavera, è il segnale più lampante che Windows 7 scalpita e vuole fermare la (lente) emorragia di Windows.

Perché i dati appena rilasciati da Net Application parlano chiaro: Vista è fermo al 20% (quanto Firefox, anche se in un’altra classifica) e Windows è per la prima volta sceso sotto la soglia del 90%, mentre Xp mantiene il 66%, e Mac Os X cresce dall’8,21% del 2007 all’8,82% del 2008, e Linux, dallo 0,71% allo 0,82%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore