Windows 7 snobba Arm. Niente Android per Asus

Aziende

Microsoft non supporterà i netbook con architettura Arm: su questi laptop low-cost non salirà Windows 7. Intanto Asus ignora i netbook con Android, appena annunciati da Acer su chip Arm

La nuova guerra dei netbook ruota intorno ai chip Arm. Microsoft non ne supporterà l’architettura, dando il benservito ai netbook con Windows 7 con chip Arm. La piattaforma Arm dovrà accontentarsi di Linux ( Puppy Linux, Ubuntu Netbook Remix , Xubuntu, gOS e Moblin ) e dell’open source Google Android. Forse Arm aveva visto giusto, denunciando un’ alleanza sui netbook tra Intel (il re di Atom) e Microsoft .

Del resto,Linux deve accontentarsi del 4% del mercato netbook, contro il 96% di Windows Xp: Microsoft non vuole permettere a Google Android di sfidare ad armi pari proprio il suo fiore all’occhiello, il prossimo Windows 7 (a scaffale dal 22 ottobre). Meglio forse sbarrare la strada ad Arm, prima di vedersi soffiare quote dall'”odiata” Google.

Ma se Microsoft snobba Arm, Asus invece ignora Android: mentre Acer prepara il suo Acer venderà il netbook Aspire One con Android , Asus considera Android immaturo, smentendo una precedente apertura (un aggettivo usato proprio da Acer, prima che cambiasse idea…). Ma anche qui rientra nella logica della guerra dei netbook (che ormai detengono un quinto del mercato portatile): Asus è stata la prima a lanciare Asus EePc, ma a rubarle lo scettro è stata Acer.

Del resto, Asus e Microsoft hanno lanciato la campagna intitolata “ It’s better with Windows ” (E’ meglio con Windows), e suggerisce che è meglio scegliere l’uso del sistema operativo di Asus sui netbook.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore