Windows 7 Sp1 è in download

ManagementMarketingSistemi OperativiWorkspace

Il primo service pack per Windows 7 si può scaricare dal sito di Microsoft. Le novità di Windows 7 SP1

Il primo Service pack (Sp1) di Windows 7, composto da una collezione di patch con il client Remote Desktop integrato e ridisegnato per RemoteFX, è arrivato. L’aggiornamento è essenzialmente di aggiornamenti minori, già rilasciati via Windows Update, ma con due uniche novità di rilievo: una è rappresentata da RemoteFX, un prodotto standalone che richiede Windows Server 2008 R2 per funzionare; l’altra è l’ aggiornamento di HyperV in Windows Server 2008 R2 che si chiama “Memoria Dinamica”.

La piattaforma consentirà agli amministratori di sistema di migliorare la qualità e le performance della grafica 3D sui sistemi remoti e le workstation virtualizzate. RemoteFX consente agli utenti di guardare video ad alta qualità e di interagire con applicazioni in 3D su una sessione remota del desktop, modificando il modo in cui funzionano le macchine virtuali.

La funzionalità “Memoria Dinamica” serve ad allocare dinamicamente la memoria sulle macchine virtuali ed è in grado di rimuoverla quando c’è esigenza di risorse superiori altrove. Per scaricare Windows 7 SP1 bisogna superare il controllo di autenticità del proprio sistema operativo.

Windows 7 è in crescita del 13%: è oggi circa su un computer su 5. Le quote di mercato di Windows sono del 90% così distribuite: Windows 7, Vista e Xp detengono rispettivamente di 20,87%, 12,11% (in calo del 5%) e 56,72% (in calo del 10%). Mac Os X, Apple iOS e Linux sono rispettivamente  al 5,02%, 1,69% e 0,96% (fonte: Net Applications). Windows 7 ha venduto oltre 240 milioni di copie in 12 mesi.

Windows 7 Sp1 è arrivato
Windows 7 Sp1 è arrivato
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore