Windows 8 alla volta dei tablet

AziendeDispositivi mobiliManagementMobilitySistemi OperativiWorkspace
0 0 Non ci sono commenti

Microsoft ha svelato l’interfaccia immersiva e touchscreen di Windows 8 per tablet, Pc desktop e notebook. Eredità di Windows Phone, i rettangoloni fanno la parte del leone, come le schermate riassuntive del proprio ‘status’ (contatti, investimenti, previsioni del tempo eccetera) e trionfa l’esperienza touch. Ecco le principali novità che emergono dalla Public Preview del prossimo Windows.

Steven Sinofsky, a capo dell’unità Windows e Windows Live, alla D9 Conference (di All Things Digital a Palos Verdes, in California) ha confermato che the next Windows” (che tutta la stampa ormai chiama Windows 8 ) non ha ancora un nome e la versione ufficiale arriverà entro ottobre 2012, ma non ha voluto concedere date anche se ha ribadito che Microsoft rilascia un nuovo sistema operativo ogni due o tre anni (e una release autunnale sembra però improbabile).

Il sistema operativo Windows 8 supporterà sia i processori x86 che i chip ARM (ma anche di Qualcomm, Texas Instruments e Nvidia, a partire dal quad-core Kal-El) e sarà corredato di un proprio store di applicazioni, una sorta di Windows app store. Ci saranno applicazioni di Windows 7 che vanno anche su Windows 8, ma soprattutto applicazioni disegnate ad hoc per Windows 8, ottimizzate per il touch e full-screen.

Windows 8, per tablet e desktop
Windows 8, per tablet e desktop

La demo della starting page del “prossimo Windows” vede una pagina iniziale che assomiglia a quella del software Windows Phone di Microsoft con i live ’tiles’ manipolati dallo schermo invece delle classice icone, per aiutare gli utenti a navigare fra le apps. Ma la filosofia di Microsoft afferma che non deve esserci differenza fra tablet OS e Windows; se uno vuole usare le apps in punta di dita su tablet, è libero di farlo, come sarà altrettanto libero di servirsi di tastiere e mouse chi preferisce le applicazioni consuete. Windows 8 sarà un tablet OS o computer Os a seconda delle nostre esigenze. Microsoft sta facendo progressi nel tablet Os, e maggiori dettagli saranno rilasciati alla prossima conferenza sviluppatori, la PDC di settembre (dove ci si aspetta una Beta release di Windows 8, non ancora confermata).

Windows 8, niente menu a cascata, ma tessere in orizzontale
Windows 8, niente menu a cascata, ma tessere in orizzontale

Windows 8 rappresenta il più radicale upgrade e grande rinnovo di Windows dai tempi di Windows 95. Si tratta di un approccio di “dual-input computer” in cui i programmi per Windows 7 dovrebbero funzionare anche su Windows 8. Invece il prossimo browser Internet Explorer 10 dovrebbe girare solo su Windows 8. Lo slate dà l’addio ai menù a cascata e invece apre le porte ai rettangoloni delle “tessere” animate, in orizzontale, che offrono informazioni utili e offrono in tempo reale gli aggiornamenti dal web.

Schermata di Windows 8
Altra schermata di Windows 8

Con lo scorrimento laterale si passerà da una finestra all’altra, lo schermo si potrà suddividere in due, ma rimarrà opzionale la classica interfaccia desktop di Windows, per chi non vuole sposare le novità. Quando si userà Microsoft Word, si tornerà ai menù, alle finestre e alle barre consuete: per non perdere la familiarità con Windows.

L’interfaccia utente è fluida e moderna, e utilizza l’HTML5 per il rendering. Il tablet Windows 8 può essere usato come un  computer tradizionale, permettendo agli utenti di attaccare le loro periferiche esistenti come farebbero con un laptop. L’interfaccia usa un approccio task-oriented, ma l’esecuzione è nuova e supporta il touchscreen. L’approccio di Microsoft è agli antipodi di Apple: scommette sul legacy software come aspetto cruciale dell’esperienza Windows: ogni cosa dovrà essere in grado di girare sulla piattaforma. Sinofsky ha detto che Microsoft fornirà API agli sviluppatori per realizzare applicazioni centrare sul touchscreen, in grado di connettersi alle applicazioni Windows, nella speranza di colmare il gap fra i due.

Html5, CSS e JavaScript permetteranno agli svciluppatori di realizzare le nuove applicazioni web “Immersive” per chi vuole navigare fra le apps di Windows 8.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore