Windows 8, le opinioni delle società di analisi

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace

Più di due terzi dei Pc odierni sono dispositivi mobili: laptop, netbook, notebook, tablet e slate. Windows 8 visto dalle società di analisi: Ovum, Idc, Gartner ed altre dicono la loro

Cosa pensano le società di analisi di Windows 8? IDC pensa positivo: l’accoglienza da parte degli sviluppatori è stata tutt’altro che negativa. I developer sono incuriositi dall’interfaccia Metro, dal tutto Touch di Windows 8, dall’interazione con il cloud computing, ma anche dall’invito Build with us (letteralmente: costruiscilo con noi) rivolto da Microsoft agli sviluppatori, per attrarli sulle apps di Windows 8 (da vendere su Windows application store).

Gartner avverte che i giovani di oggi vedono più logo di Apple che di Microsoft, a causa di iPod, iPhone e iPad. Il “successo consumer di Apple potrebbe in futuro spingerli a portare i loro gadget di culto casalinghi in ufficio“: traghettando Apple dal consumer al business. Ora, con Windows 8, Microsoft può invertire la rotta, grazie agli sviluppatori. Però ha ancora i suoi cavalli di battaglia: Windows 7 ha venduto oltre 450 milioni di copie in meno due anni, e con Windows 8 può dare una svolta anche a un brand che a qualcuno appare appannato. I produttori di Tablet si aspettano di vendere i primi prodotti con Windows 8 dalla metà del 2012, riagganciando Apple Google in un mercato emergente come quello dei tablet.

Richard Edwards di Ovum ha commentato: “Con oltre 450 milioni di copie di Windows 7 vendute ad oggi, Microsoft deve ora fare la transizione dall’OS desktop al mondo dei tablet e slate“. E prosegue: “Più di due terzi dei Pc odierni sono dispositivi mobili (laptop, netbook, notebook, tablet e slates), quindi non deve sorprendere che Microsoft abbia rivoluzionato l’interfaccia di Windows per il touchscreen“. Ovum dice che le funzionalità di sicurezza, l’avvio più rapido e batterie di più lunga durata sono priorità nel mercato Mobile di oggi. McAdams Wright Ragen spiega che Microsoft ha fatto la scelta giusta, perché oggi la competizione avviene sui tablet. Secondo IHS, il mercato globale salirà dai 60 milioni di tablet del 2011 a 275.3 milioni di unità nel 2015, ma Apple calerà dal 74% al 43.6%. La scelta di aprire Windows ai chip Arm è la più grande svolta di Microsoft dai tempi di Windows 95.

Windows 8 a Build conference
Windows 8 a Build conference

Programmato il rilascio per il 2012, Windows 8 ha un look and feel simile a Windows Phone 7, l’OS mobile che presto salirà sugli smartphone di Nokia, sebbene gli utenti possano effettuare lo switch all’interfaccia classica di Windows. Se lo preferiscono“. Una mossa strategica per Microsoft, visto che lo user interface design oggi conta molto.

Prima della conferenza Build in cui è stato presentato Windows 8, Gartner aveva avvertito che il mercato PC a livello mondiale si attesterà a 352 milioni di unità nel 2011, con un incremento di solo il 3.8% nel 2011. Gartner è stata costretta a ritoccare al ribasso le previsioni, a causa della crisi e dei tablet. Le vendite Pc dovrebbero però risvegliarsi alla fine del 2012, quando il mercato Pc totalizzerà 404 milioni di unità con un rialzo del 10.9% rispetto al 2011. Nelle scorse settimane, la società di analisi Gartner ha commentato la Build in un post pre-conferenza sul suo blog: secondo gli analisti, Microsoft ha costruito suspense sulla Build, ma, rinominando PDC e WinHEC all’ultimo momento, ha lasciato adito alla confusione. Microsoft sente la pressione di Apple e Google sul suo core business (Windows e Office), e sente la minaccia nei confronti della sua storica forza verso gli sviluppatori, e gli ecosistemi intorno alla sua piattaforma.

Microsoft, secondo Gartner, negli ultimi anni ha sposato una certa segretezza: una politica del silenzio sul futuro che ha condotto ad equivoci, conclusioni affrettate e confusione. Gartner si aspettava una Build conference focalizzata su Windows 8, un OS Tablet/touch, con programmazione in grado di riunire i modelli HTML5/Javascript e .net/Silverlight. Gartner si augura che il portafoglio dei linguaggi .net si espanda fino ad includere Javascript e perfino PHP e Java. Gartner spera che Microsoft diradi la nebbia su Silverlight, visto che Html5 sarà la regina delle apps. Windows 8 eredita il look and feel delle mattonelle (Tiles) di Windows Phone: il supporto a Silverlight dovrebbe garantire buona compatibilità. Su Azure e cloud, infine, Windows 8 scommette sulle nuvole di dati.

Leggi ANALISI: ANTEPRIMA: Microsoft reinventa Windows

Di’ la tua in Blog Café: In California, Intel e Microsoft si contendono gli sviluppatori

La start screen di Windows 8
La start screen di Windows 8
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore