Windows 8 su tablet visto dalle società di analisi

AziendeManagementSistemi OperativiWorkspace
Asus Taichi dual-screen con Windows 8

WinTel risorge su Windows 8, mentre iPad crolla in Europa. Ovum, Gartner, Frost and Sullivan si interrogano sulle potenzialità di Windows 8 e Windows RT sui tablet

Per Apple deve essere stato uno shock vedere le vendite di iPad in caduta verticale del 22% nel mese di aprile (fonte: Context), mentre a febbraio erano cresciute del 134%. Intanto, dopo le novità mostrate al Computex 2012, ferve l’attesa per Windows 8.

Ad aprile Apple deteneva il 52% del mercato, contro il 28% di Samsung, che ha quasi triplicato il market share rispetto al 10% ddell’aprile 2011. In particolare a trainare i tablet di Samsung sono le vendite del Galaxy Note, salite di 20 volte da ottobre ad aprile. L’ibrido Note rappresentava il 75% dei tablet venduti da Samsung nel mese di aprile.

In questo scenario Windows 8 scalda i motori: in autunno arriveranno i nuovi tablet, ma soprattutto gli ibridi con Windows 8 e Windows RT, l’OS per chip ARM. Microsoft sta portando l’interfaccia Metro, che finora caratterizzava Windows Phone, su tablet,notebook e desktop. Anche Intel sta preparando i chip per i tablet Windows 8, tanto che l’accoppiata WinTel risorge su Windows 8. Secondo UBS, WinTel ha l’obiettivo di impedire ai tablet di cannibalizzare le vendite nel mercato Pc.

Secondo Gartner il mercato Pc è calato dell’1.4% nel 2011 (l’anno nero dopo il 2009), ma si prevede che crescerà del 4.4% nel 2012. Ma le vendite di tablet sono passate da 19.4 milioni nel 2010 a 68.4 milioni nel 2011, e si stima un incremento dell’85% nel 2012, secondo IHS. Gartner prevede che di questi il 60% sarà iPad, il 4% tablet Windows 8. Microsoft dovrà convincere gli utenti Windows ad abbandonare la familiarità con l’intgerfaccia desktop tradizionale per passare a Metro. E da parte sua Intel sta facendo il suo ingresso nel mercato Mobile, dopo il debutto del suo primo smartphone con Lava in India.

Microsoft e Intel però puntano anche sugli ultrabook, i notebook ultrasottili, con schermo brillante e luminoso, con accensione rapida e batteria dalla lunga durata, in grado di sfidare i Macbook Air. Asus ha mostrato Taichi, un ultrabook dual screen elegante e dal form factor originale.

C’è però attrito sui costi, secondo Frost and Sullivan: Microsoft vorrebbe chiedere 100 dollari agli OEM per Windows 8, con un incremento su Windows 7, mentre Android è gratis; Intel invece ha creato un design ultrabook da 1000 dollari. Gli OEM vorrebbero chiedere uno sconto a Microsoft, visto che gli schermi touchscreen sono più cari. Intel, da parte sua, afferma che sta investendo miliardi di dollari in R&D.

WinTel potrà risorgere anche nel mercato Mobile se Microsoft saprà creare un ecosistema in grado di attrarre sviluppatori e di rendere appetibile l’interfaccia Metro per gli utenti finali, secondo Ovum. Molto dipenderà dal marketing di Microsoft e Intel, dalla loro capacità di persuasione, per rimettere al centro la ex coppia di ferro nel mondo Mobile.

Anche se Microsoft sta lavorando al fianco di ARM, per la versione Windows RT, il successo di Windows 8 dipenderà, ancora una volta, da WinTel. E Microsoft e Intel devono far tesoro della “lezione di Apple”: i prezzi competitivi nel mercato tablet, pagano. Secondo IMS Research, non aver aumentato i prezzi di iPad ha fatto calare del 21% il costo dei tablet. La sfida è aperta.

Asus Taichi dual-screen con Windows 8
Asus Taichi dual-screen con Windows 8
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore