Steve Ballmer (Microsoft): Stiamo innovando sia nel software che nell’hardware

AziendeDispositivi mobiliMarketingMobility
La nuova visione di One Microsoft nell'era Mobile

Steve Ballmer, Ceo di Microsoft, ieri ha presieduto all’incontro annuale con gli azionisti. Dopo le 40 milioni licenze di Windows 8 vendute, anche Windows Phone 8 vende il quadruplo dell’anno scorso

Ieri, all’incontro con 450 azionisti, il Ceo di Microsoft, Steve Ballmer, ha difeso la capacità di Microsoft di innovare: “Stiamo innovando sia il software che l’hardware” ha esordito Steve Ballmer. Dopo aver venduto 40 milioni di licenze Windows 8, sembra che Microsoft abbia imboccato la strada giusta. Alla domanda sul perché Microsoft aveva fallito con il tablet, annunciato da Bill Gates oltre una decade fa, laddove Apple ha avuto successo, Ballmer ha risposto: “Siamo arrivati troppo presto“. Famosa per arrivare dopo e riscuotere successo su mercati aperti da altri vendor, Microsoft dieci anni fa era stata troppo visionaria e pionieristica: per questo il primo tablet di Microsoft non aveva ottenuto il riscontro riservato all’iPad, ed oggi a Microsoft Surface. E, infatti, all’epoca mancavano – o erano agli esordi – tutte le caratteristiche dell’era Mobile che hanno permesso ai tablet di competere con i computer: connessione WiFi, cloud computing, servizi sulla nuvola, apps da scaricare, Internet ubiquo.

Ora Microsoft riparte da Surface RT e dai tablet Windows 8. Steve Ballmer ha affermato che gli smartphone con Windows Phone 8 stanno vendendo il quadruplo dell’anno scorso. I  vendor di WP8 sono Nokia, Samsung e HTC. Attualmente Windows Phone detiene dal 2% al 4% del mercato smarttphone (a seconda delle metriche delle società di analisi).

Riguardo al valore basso del titolo di Microsoft in Borsa, mentre Apple e Google macinano record, il Ceo Steve Ballmer ha risposto che è consapevole del problema: Microsoft ha compiuto un lavoro fenomenale sui volumi, e si è focalizzata sui profitti derivanti da questa crescita. Nello scorso anno fiscale Microsoft ha offerto 10 miliardi di dollari di dividendi e buyback azionari. Il titolo di Microsoft nel 2012 è salito del 18%, contro un rialzo del 3% dello Standard & Poor’s 500. Ma nonostante ciò, il valore del titolo del colosso di Redmond è lo stesso di dieci anni fa. “Stock markets are funny things,” ha commentato ironicamente Ballmer. Ma adesso Microsoft ha una grande opportunità, grazie all’introduzione di Surface, indows 8, Windows Phone 8, Office 2013, Bing, Internet Explorer 10, MSN, Outlook.com, SkyDrive, Skype, Xbox Music e Video e Xbox SmartGlass. Un’onda di nuovi prodotti, che dovrebbero riportare fiducia degli azionisti sul futuro di Microsoft. Un futuro nell’era Mobile.

Nelle ore in cui Steve Ballemer parlava agli azionisti, è uscita la notizia su Windows Blue. L’idea è quella di tagliare i tempi fra un’edxizione di Windows e l’altra, ma seguire l’idea di sviluppo annuale, in stile Android e iOS, per stare al passo con la velocità e le accelerazioni dell’era Mobile rispetto al desktop. Per metà 2013, Microsoft si prepara alacremente al primo aggiornamento: Windows Blue. Lo riporta TheVerge, il Ceo Steve Ballmer vuole “standardizzare un approccio, chiamato Blue, che si riferisca sia a Windows che a Windows Phone, che punta ad offrire aggiornamenti più regolari ai consumatori“. L’obiettivo di Microsoft è un ciclo di aggiornamento annuale come avviene per Android e iOS,le piattaforme mobili di Google e Apple. Tanto Windows Blue potrebbe essere rilasciato a costi ultra low-cost o perfino gratis. Windows Blue potrebbe anche essere un nuovo Service Pack per Windows 8, ma potrebbe anche rivoluzionare l’idea degli update di Microsoft nell’era Mobile.

Nel 2013 sarà anche aggiornato l’SDK e Microsoft non accetterà più sul Windows Store le applicazioni sviluppate esclusivamente per  Windows 8.

Che cosa sapete di Microsoft e Windows? Misuratevi con un QUIZ!

Vuoi partecipare alla ricerca NetMediaEurope: quali i processi di acquisto per l’IT? In palio c’è un elicottero AR Drone!

htc-windows-phone-8x

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore