Windows compie 25 anni

Sistemi OperativiWorkspace

Venticinque anni fa Bill Gates presenteva Windows Os, il primo Windows di una lunga serie. Dopo un quarto di secolo, stiamo aspettando la Beta di Windows 7, ora in pre-beta, l’erede del (poco fortunato) Vista. Invece Windows 3 è appena andato in pensione, dopo una lunghissima carriera, a pochi mesi di distanza da Xp (un altro amatissimo Os, che sopravvive sui netbook e che ha appena guadagnato sei mesi di downgrade).

Secondo Net Application, Windows, a giugno, deteneva il 90.89% del mercato dei sistemi operativi, anche se in flessione dal 93.06% precedente (contro l’8% di Mac Os X e lo 0,8% di Gnu/Linux).

Windows, nell’ultima trimestrale delle scorse settimane (in piena bufera delle Borse mondiali) si è dimostrato ancora una gallina dalle uova d’oro: solo i client (Windows Vista, Xp eccetera) hanno registrato profitti per 3,26 miliardi di dollari su ricavi per 4.22 miliardi di dollari.

Nell’anno dell’addio di Bill Gates (in semi-ritiro da Microsoft), di Xp (rimasto sui Netbook, contro Linux al 25%) e di Windows 3 (appena pensionato dopo lunghissima carriera), Windows compie 25 anni, ma di rughe non ne ha poi tante: nonostante le eterne critiche e il “flop di Vista”, però compensato dal successo di Xp sui netbook e sui downgrade dallo stesso Vista.

Venticinque anni fa Bill Gates presentava Windows Os all’Helmsley Palace Hotel

di New York, affermando che il sistema operativo, dotato di un’interfaccia grafica unica, avrebbe conquistato il 90% dei sistemi Ibm dal 1984. Ma è andato oltre: sul 90% di tutti i Pc del mondo.

Ora, tutti gli occhi sono puntati su Windows 7, già soprannominato Seven, la cui pre-beta è già un successo su BitTorrent.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore