Windows diventa Mobile

AziendeManagementSistemi OperativiWorkspace
Windows RT sul mini tablet di HTC

Dopo la presentazione di Windows 8 e RT (l’OS del tablet Microsoft Surface), fra poche ore Microsoft svelerà Windows Phone 8 (WP8), la piattaforma per smartphone di ultima generazione. Con unico OS, che va dal desktop ai tablet, Windows diventa Mobile. Con Windows Phone 8, poi, integrato con Windows 8 e RT, Microsoft completa la sua “rivoluzione copernicana”: da colosso del software per desktop, ora punta a riguadagnare il market share perduto, sfidando Apple e Google Android nel Mobile.  Windows 8 rappresenta il più grande cambiamento dai tempi di Windows 95. E con Windows Phone 8, Microsoft sbarca sui nuovi Nokia Lumia 920 e 820, su HTC Windows 8X e 8S e sui Samsung ATIV S. Il New Deal dei sistemi operativi è partito: dal mercato Pc alla volta del Mobile

Per uno strano evento del destino, oggi l’uragano Sandy ferma New York, costringendo Google a rinviare la presentazione dell’aggiornamento di Android e della gamma Nexus (Nexus 4, 7 e 10). Per uno di quei rari eventi del caso, viene cancellato in una New York, blindata per l’arrivo dell’uragano Sandy, l’evento Google, che avrebbe dovuto oscurare o mettere un po’ in sordina, l’evento di Windows Phone 8. E dunque i fari sono puntati su Windows Phone 8 (WP8), la piattaforma di Microsoft per smartphone, che sbarcherà nei prossimi giorni sui primi modelli di punta dei vendor: Nokia Lumia 920 e 820, su HTC Windows 8X e 8S e sui Samsung ATIV S.

Punti di forza di Windows Phone 8 sono numerosi: il supporto al multi-core, 720p e storage SD; la tecnologia Near field communication (NFC) per i pagamenti wireless; le mappe di Bing saranno sostituite da quelle di Nokia con il turn-by-turn e la visualizzazione 3D, vasate sulle mappe di NAVTEQ, con navigazione turn-by-turn, costruzioni 3D, offline caching, e direzioni dinamiche dei mezzi pubblici. D’ora in poi tutti gli aggiornamenti WP8 saranno “over the air” (OTA): gli utenti non dovranno più connettere il telefono al computer per aggiornarlo. Novità anche per la screen iniziale con i mattoncini Live Tile ridimensionabili a piacere. Il supporto alle DirectX darà nuovo sprint al gaming mobile e IE 10 sarà a bordo.

Android monta su oltre il 65% degli smartphone venduti nell’ultimo trimestre (metà venduti dalla sola Samsung), mentre Microsoft si deve accontentare del 3%. Microsoft però non si lascia scoraggiare dai numeri.. Canalys afferma che, a porte chiuse, i vendor cercano alternative software. La società di analisi Informa prevede che nessuno abbandoni Android, ma guardi all’opzione Windows phone con interesse. Windows Phone deve però accelerare sulle apps: oggi ne ha in download 125.000, contro le oltre 600 mila di Android e Apple iOS.

Ma Windows Phone 8, che verrà oggi illustrato da Microsoft, rappresenta solo un pezzo del puzzle di Microsoft, la cui strategia Mobile si dipana su un’intera scacchiera, giocando con pezzi da novanta, da Windows 8 a RT, passando anche per Office 13.

Windows 8 è ciò che qualcuno ha definito “il New Deal dei PC”, un vero e proprio tuffo nel mobile. Partiamo dalle differenze: Windows 8 e Windows RT si differiscono perché il primo è retrocompatibile con i vecchi software, il secondo no, destinato a dispositivi con processore ARM, Qualcomm e Nvidia (attualmente 420 milioni, secondo quanto dichiarato da Microsoft). Le periferiche, però girano sotto tutti e due. Tra le novità c’è anche Explorer 10 : il browser diventa touch, mentre Xbox Music, automaticamente collegato al vostro account e attivo nell’app musicale di default, funziona come uno Spotify integrato. Significa che l’utente sarà in grado letteralmente di lanciare Windows 8 per la prima volta e riprodurre musica gratis immediatamente.

Se l’interfaccia Windows 8 UI (ex Metro) mette in ansia le aziende, tradizionalmente abiituate alla familiarità Windows, nessun problema: l’interfaccia Desktop è sotto: quella tradizionale stile Windows 7 c’è sempre, sotto le mattonelle dei Live Tile, ereditate da Windows Phone. Tra i punti di forza c’è anche l’integrazione con Sky Drive, il cloud di Microsoft, che contiene già 11 milioni di foto e 14 Petabyte di dati. Riprogettato anche Office, pensato avendo Windows 8 in mente.

Anche la principale novità del nuovo Office consiste nel fatto “che non rappresenta semplicemente un’aggiunta di funzionalità ma introduce il modello a sottoscrizione, sia privato che aziendale, cercando di portare nella cloud tutta la parte Office legata all’ambiente produttivo e non solo la parte di comunicazione. Questa sarà la nostra grossa scommessa per il 2013” ha spiegato Vieri Chiti, direttore Divisione Microsoft Office, a ChannelBiz.

Anche Bing ha dato unanuova linfa a Windows 8 con BingApps, ovvero applicazioni native per le fotografie, le mappe e le news. Stessa sorte di rinnovamento per la mail via web su Outlook.com reimmaginata per Windows 8 e pensando a utenti sempre connessi. Pezzo forte di Windows 8 e RT è l’ecosistema: Windows Store, è il luogo da cui scaricare e comprare le varie app che cresceranno numericamente nelle prossime settimane. Non a caso, Microsoft ha già in programma per la settima prossima a Redmond la Build conference, con migliaia di sviluppatori che stanno già lavorando alle app per Windows 8. Il Ceo di Microsoft, Ballmer, si è sbilanciato, promettendo 100 mila app in tempi brevi: l’ecosistema è fondamentale e Ballmer lo sa.

E infatti d’ora in poi la partita si giocherà sulle apps. Dopo Windows Phone 8, il prossimo importante appuntamento è la BUILD Conference settimana prossima, dove Microsoft corteggerà gli sviluppatori, uno per uno, per riempire di apps anche Windows Store, il negozio virtuale da cui scaricare applicazioni per Windows 8 e RT.

Quali sono i competitor dell’iPhone? Scoprilo con un QUIZ!

– Sai davvero usare il tuo smartphone? Mettiti alla prova con un QUIZ!

htc-windows-phone-8x


Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore