Windows Phone 7 sotto la lente delle società di analisi

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace

Le società di analisi Gartner, Npd Group, ABI Research, Punt-IT studiano l’ “effetto Windows Phone 7” dopo il lancio da parte di Microsoft

Microsoft scommette tutto su Windows Phone 7. Vediamo come hanno accolto la nuova piattaforma di Microsoft le società di analisi: in generale l’opinione espressa dagli analisti è ottimistica in quanto Microsoft ha finalmente imboccato la strada nella giusta direzione; tuttavia la via è ancora lunga. Secondo Gartner i punti di forza di Windows Phone 7 sono l’accesso facilitato a Facebook, Xbox Live e la capacità di scattare foto per un rapido upload. Ken Dulaney di Gartner ha detto che “Microsoft deve costruire un marketplace per le app competitivo, convincere il mercato sulla scelta di Silverlight” e focalizzarsi meglio per l’enterprise: Microsoft ha buoni partner hardware ma non tutti e non così tanti quanto il rivale Android. Carolina Milanesi, Research VP per Gartner, ritiene poi che a Microsoft manchi ancora l’ “effetto cool” per fare le file per WP7 come per iPhone.

Microsoft non deve perdere l’opportunità di un mercato potenziale da 4 miliardi di utenti mobili: dai 500 milioni di oggi cresceranno, secondo Ericsson, a 3.5 miliardi entro il 2015. Punt-IT osserva che finalmente Microsoft si rivolge al mercato consumer: in passato Microsoft ha giocato la carta enterprise, grazie alla sincronizzazione, ma oggi attira l’integrazione con Xbox Live (in tempo per lo shopping natalizio: non dimentichiamo che è anche l’anno di Microsoft Xbox Kinect: al debutto il 10 novembre).

Anche NPD Group ritiene che l’OS di Microsoft risulterà familiare a tanti utenti enterprise, ma quanto basta originale per una fascia di nuovi utenti consumer. Un mix da non sottovalutare: in ambito enterprise Windows Phone 7 darà forse del filo da torcere a Rim Blackberry (appena “graziato” negli Emirati Arabi Uniti) e a Nokia (sul tavolo del Ceo di Nokia non è un caso che giaccia un dossier: Windows Phone 7).

Per ABI Research Microsoft ora deve puntare agli operatori mobili, affinché i carrier flettano i muscoli delle risorse e del marketing verso Windows Phone 7.

Secondo Gartner il market share di Microsoft nel mercato smartphone è calato dal 9.3% al 5%: Android è balzato dall’1,8% al 17%, mentre Apple iPhone è salito dal 13% al 14%; Nokia è crollata dal 51% al 41%; Rim Blackberry è seconda in calo dal 19% al 18%. Sempre Gartner prevede che nel 2010 saranno venduti 270 milioni di smartphone nel mond (in crescita del 56% rispetto al 2009), rispetto all’incremento del 19% del mercato Pc (a quota 368 milioni di unità).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore