Windows Phone 7.5 (Mango) arriverà in autunno

AziendeManagementSistemi OperativiWorkspace

Cinquecento modifiche, 18 mila Web apps, tre nuovi partner (in tutto diventano sette) e nove nuovi modelli. Questi sono, in sintesi, i numeri di Windows Phone 7.5, nome in codice Mango, aggiornamento di Windows Phone 7 per l’autunno. Per fine anno arriveranno l’atteso Nokia Windows Phone 7.5 e altri modelli di Zte, Acer e Fujitsu, che vanno ad aggiungersi ai partner Htc, Samsung, Lg. Le novità spaziano dalla comunicazione ai social network, dalla gestione della posta elettronica alla navigazione browser. Vediamole da vicino.

Da una ricerca di Nexplora Windows Phone 7, che ha venduto 1,6 milioni di unità nel primo trimestre 2011, erano emersi come elementi-chiave del sistema operativo mobile di Microsoft: l’intuitività e la semplicità di utilizzo. A dire il vero nell’ultimo mini update Windows Phone 7 aveva perso un po’ di sprint a causa di un “aggiornamentyo maldestro“, “distribuito con tutta la confusione del caso, a macchia di leopardo, secondo criteri incomprensibili“. Ma ora con il major update autunnale, Mango, Windows Phone 7.5 vuole ribadire i suoi punti di forza: un’interfaccia semplice e senza fronzoli, un menu pulito, la possibilità di condividere e sincronizzare i dati con altri dispositivi senza perdere tempo.

In base ai feedback, raccolti da Nexplora, Microsoft ha apportato le 500 modifiche e regalato un mezzo punto di upgrade a Windows Phone 7.5. Tra i nove modelli in arrivo da diversi vendor spiccheranno anche Acer e Zte. Per Nokia si aspetta la fine dell’anno. I fari sono puntati su come Microsoft avrà implementato SkyDrive, Office 365, e come avrà migliorato l’esperienza Social. Windows Phone 7.5 ben integrato con la cloud acquista nuove opportun ità business. L’accoppiata con il valido hardware Nokia (e la fidelizzazione dell’utenza al marchio Nokia) potrebbe ridare lustro a WinPhone, che (secondo gli ultimi dati Gartner) è sceso dal 6.8% di un anno fa al 3.6% attuale. Ma Windows Phone 7.5 (Mango) scommette sulle 500 novità, sull’accordo con Nokia (che, sebbene in crisi, vende tuttora 107.6 milioni di dispositivi mobili nel primo trimestre dell’anno) e con l’espansione dell’ecosistema a 7 nuovi player, tra cui Acer, Dell e la cinese Zte.

Mango permette agli smartphone di diventare più smart e semplici d’uso, permettendo agli utenti di connettersi, condividere con gli amici e avvedere a rich applications. La comunicazione oggi non si limita più alle telefonate, ma consiste nell’usare apps per accedere alla Tv od altri device. Fra le 500 modifiche a Windows Phone, spiccano il multitasking di terze parti, il suppporto al browser Internet Explorer 9 (IE9 con HTML5 e accelerazione hardware, ma Silverlight e Flash – non supportati – andranno quindi ‘embeddati’ nelle applicazioni), l’integrazione di Twitter in Peoples hub e di LinkedIn. Nei thread, gli utenti potranno riunire messaggi, chat, Windows Live Messenger, tutti nella stessa conversazione. I gruppi di contatto Tiles custom Live permetteranno di vedere gli ultimi status ed inviare velocemente un messaggio a un’email o instant message all’intero gruppo, direttamente dalla scherma iniziale (Start). Call history è messa in ordine dagli utenti, e consente ora di vedere messagggi e IM (instant massenger), e mail vocali visuali. I Linked inbox portano gli account email  dentro una inbox sicura. La comunicazione email separa i messaggi di lavoro dalle email personali di posta su Hotmail o Gmail, che possono essere combinate insieme nell’email personale, senza ingenerare confusione; inoltre si possono applicare restrizioni alle email enterprise, con un tag che impedisce il forward di certe email delicate. Mango collega un calendario ad altri siti di social-networking come Facebook.

Le Web apps per Windows Phone 7 sono 18 mila
Le Web apps per Windows Phone 7 sono 18 mila

Microsoft sposa un particolare approccio nelle Web apps: per alcuni smartphone le apps sono “silos”, e se uno possiede più apps musicali, esse non sono condivise e per avere le informazioni di quella Web app, bisogna lanciarle. Microsoft invece scommette sull‘integrazione delle apps inWindows Phone hub. Quando si scattano le foto e si caricano su Facebook, l’upload avviene con l’auto riconoscimento facciale. App Connect permette di visualizzare le apps quando servono, attraverso il collegamento con i risultati di ricerca e la maggiore integrazione negli hub di Windows Phone ( tra cui Musica, Video e Foto). I Riquadri Animati consentono di ricevere informazioni in tempo reale dalle applicazioni senza necessità di aprirle, perché sono più dinamici e in grado di contenere una maggiore quantità di informazioni. Il Multitasking mette in grado di passare rapidamente da un’applicazione all’altra e consentirne l’esecuzione in background, senza incidere sulla durata e prestazioni della batteria.

La novità è però Office apps che accede a Sky Drive, per vedere e salvare fogli di stile. Microsoft ha aggiornato anche Xbox Live Hub per  Mango, in modo tale che se un utente gioca (per esempio a Rise of Glory, un  titolo di volo WWI), anche se si interrompe il gioco, può andare avanti o indietro (non solo nel gioco ma anche fra le apps), senza esaurire la batteria. Inoltre Xbox Live consente di vedere la lista degli amici e si può accedere ad ogni gioco attraverso Xbox Live tile. Tra le Web apps, quella di British Airways per Windows Phone 7.5 è in grado di mostrare gli aggiornamenti in diretta sui voli e meteo, in modalità push; di far scegliere il posto in volo, effettuare il check in.

Grande passo avanti per Windows Phone è lo sbarco di Internet Explorer 9 sugli smartphone: si tratta dell’analoga versione desktop, con supporto a Html5 e accelerazione hardware, a lavorarci sopra è lo stesso identico team. Ottimizzata è anche l’integrazione di Bing, il motore di ricerca che non è una Web app su Windows Phone, ma integrato nativamente. Derek ha compiuto uno speed test su Droid Charge, BlackBerry Torch e iPhone 4: Blackberry va a 4 frame al secondo, iPhone neanche è partito, Mango a 26 frame al secondo, Android arriva dopo.Anche la ricerca di un film al cinema e di un ristorante viene semplificata: si cercano la location, quindi le recensioni, e infine il ristorante più vicino a dove ci troviamo. Inoltre tiene traccia dei favoriti.

Windows Phone 7.5 Mango: update in autunno
Windows Phone 7.5 Mango: update in autunno

Local Scout app offre più informazioni geo-localizzate: se un utente è a Madison Square Garden non offre solo la localizzazione, ma aggiunge i concerti in cartellone. La ricerca può avvenire anche per immagini: per esempio si scatta la foto a un libro, e si ottengono informazioni dettagliate sul libro e dove acquistarlo, a partire da un link diretto ad Amazon per fare shopping dallo smartphone. Tra i 500 update si contano Quick Cards App, Quick Scout e App Connect. Entro 24 ore dovrebbe essere rilasciata la Beta della SDK per i tool gratuiti di Windows Phone, uno strumento dedicato agli sviluppatori. Le Web apps di Windows Marketplace sono ormai 18.000. I prossimi Windows Phone 7.5 di Samsung, LG e HTC saranno 4G e aggiornati all’update Mango. Nuovi partner saranno anche Acer, Fujitsu e la cinese ZTE. E al “gusto” Mango sarà il primo Nokia Windows Phone, frutto dell’accordo con Microsoft.

Secondo Cnet, l’aggiornamento Mango è buono, anche se forse non abbastanza. Positivi sono la maggior integrazione coi social network, il supporto nativo a voice-to-text e text-to-voice (voce-testo e viceversa), Internet Explorer 9 e il programma Local Scout per raccomandare ristoranti, shopping e attività; interessante è anche Quick Cards. Ma il lancio di Windows Phone a fine 2010, con aggiornamento nell’autunno 2011, appare un po’ lento. Mentre Android è una scheggia, velocissima e fulminea: deteneva il 9.6% di market un anno fa ed è balzato al 36% attuale, mentre Apple è più o meno stabile al 16.8%. Con Apple che presidia la fascia alta e Android che addenta la fascia di massa (compresa la medio-bassa), per Windows Phone 7.5 non sarà facile conquistarsi un posto al sole nel mercato, anche se è un mercato in crescita a doppia cifra dell’85%.Microsoft deve riuscire a convincere. Nokia, con la sua quota tuttora leader, può essere l’asso nella manica per far sfondare Windows Phone 7.5 in autunno. Con Dell Microsoft punta al mercato business. Anche la cinese Zte, sesta al 2,3% del mercato globale telefonia, può essere l’ariete per aggredire i mercati di fascia bassa ed emergenti. Insomma le partnership sono il vero punto di forza di Windows Phone 7.5, per capire se saprà “ereditare” il market share di Symbian, che, nonostante la caduta verticale dal 44,2% di un anno fa, vale pur sempre il 27.4%. La sfida inizia da Mango: vedremo se Windows Phone 7.5 darà i suoi frutti.

Windows Phone 7.5 Mango
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore