Windows Vista Capable alla prova della class action

Sistemi OperativiWorkspace

Etichette ingannevoli su notebook e desktop sono all’origine della causa collettiva

Un giudice Usa del distretto di Seattle ha giudicato ammissibile e dato il v ia libera alla class action contro l’etichetta Vista Capable.

Bollini ingannevoli

su notebook e desktop, che segnalavano computer per Windows Vista, sono all’origine della causa collettiva.

Alcuni Pc, pur catalogati come Windows Vista Capable, non si erano poi dimostrati in grado di far girare il nuovo sistema operativo di Microsoft

in tutta la sua potenzialità, a iniziare dalla interfaccia Aero

. Senza l’effetto Wow descritto da Bill Gates al debutto di Vista, gli utenti si erano dovuti rassegnare alla versione Vista Home Basic.

La giudice del tribunale distrettuale di Seattle, Marsha Pechman, ha dato l’ok alla class actio o causa collettiva.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore