Windows Vista inciampa su Ssd

Sistemi OperativiWorkspace

Microsoft spenderà 300 milioni di dollari in marketing per il suo sistema operativo. Intanto Vista è accusato da Sandisk di rallentare lo sviluppo dei dischi a stato solido

Microsoft crede che Windows Vista venga sottovalutato, se non addirittura boicottato? Difficile a dirsi. Senz’altro, crede che sia giunta l’ora di ristabilire la verità sul sistema operativo: la verità di Microsoft su un Os fino a fine giugno oscurato da Xp e poi continuamente preso di mira da quasi tutta la stampa specializzata e non. Windows Vista ha venduto 180 milioni di copie , non certo poche (anche se in un mercato Pc in crescita a cifra doppi a), e Microsoft vuole rimetterlo sotto la luce dei riflettori, prima che aleggi lo spettro del flop. Microsoft spenderà circa 300 milioni di dollari in una campagna di advertising

aggressiva

, per rilanciare il suo sistema operativo, che sarà, comunque, alla base di Windows 7 (in arrivo nel 2009). Se Intel non vuole passare a Vista,

è cattiva pubblicità per Microsoft? Il colosso di Redmond risponderà colpo su colpo, con il marketing, a ogni dubbio.

Si parte con un sito per Vista : snocciola 100 buone ragioni per passare a Vista, e le 10 caratteristiche da provare a ogni costo, per sapere cosa ci si perde a non migrare a Vista.

Update (ore 7.00 – 24-7-2008): Microsoft smentisce le voci di un costosissimo rilancio da 300 milioni di dollari di Windows Vista. Ne avevamo parlato, sulla scia di Ars Technica , ZdNet , Gizmodo Usa e Boy Genius Report . Ma Crne Seattle Post Intelligencer osservano, citando Microsoft, che si tratta solo di un nuovo banner in cui c’è un link a un sito che risale a gennaio, anche se costantemente aggiornato.

Tutto ciò succede mentre Vista è di nuovo sulla graticola, accusato di frenare lo sviluppo dei dischi a stato solido. Sandisk accusa Vista di frenare lo sviluppo delle memorie disco SSD. scrive The Inquirer:Sandisk lo ha dovuto scoprire sulla sua pelle. Il gigante delle flash sarebbe stato obbligato a spostare al 2009 l’uscita di almeno tre nuovi prodotti“.

Leggi anche The inquirer: Vista frena lo sviluppo dei dischi a stato solido

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore