Windows XP (non) esce di scena

Sistemi OperativiWorkspace

Microsoft non fa marcia indietro: il 30 giugno Xp, il rivale più tosto di Vista, va in pensione. I tantissimi firmatari della petizione ‘Salvate Xp’, devono rassegnarsi: è tutto deciso, ma resiste il diritto di downgrade da Vista

. Uniche due eccezioni: i white box (computer assemblati) e soprattutto i Pc low-cost, trainati dai mini notebook come Asus EeePc.

Microsoft però conferma che il supporto durerà fino al 2009 e il supporto “Extended” a pagamento fino al 2014, a tredici anni di distanza dal debutto del sistema operativo.

Microsoft non riuscirà a pensionare il predecessore di Vista definitivamente, e i vendor non l’hanno certo aiutata.

Il 30 giugno Windows Xp va in pensione: tra pochi giorni i p roduttori di Pc non riceveranno più copie di Windows XP da pre-installare sulle nuove macchine. La data della fine di Windows Xp è stata confermata nei giorni scorsi dal Ceo di Microsoft Steve Ballmer e dall’update della Windows Roadmap di Bill Veghte , Senior Vice President, Online Services & Windows Business Group di Microsoft.

La fine dell’era di Xp sarà finalment e l’occasione per dare spazio a Windows Vista Sp1. Microsoft non ha voluto concedere una proroga, nonostante il successo di firme della petizione Save XP.

Cosa succede a Xp? Il sistema operativo perònon sparirà: è una pensione mancata quella di Xp. Saràdisponibile sui Pc dei piccoli produttori (system builder) fino al 31 gennaio 2009; fino al 30 giugno 2010 sarà sui Pc low-cost come mini notebook eccetera;Windows XP Starter Edition, l’edizione di fascia bassa per contrastare la pirateria, sarà acquistabile nei mercati emergenti fino al 30 giugno 2010; Windows Vista Ultimate e Windows Vista Business offrono il diritto di downgrade fino al 31 gennaio 2009; infine Microsoft non abbandona il supporto di Windows X P, anzi: il supporto gratuito, con patch e aggiornamenti di sicurezza, durerà fino al 2009 e il supporto “Extended” a pagamento fino al 2014. Tredici anni dopo il debutto di Xp, uno dei sistemi operativi più longevi.

E i vendor di Pc?

Hewlett-Packard venderà Xp pre-installato fino al 30 giugno; ma fino al 30 luglio 2009 offrirà il diritto al downgrade a Windows XP Pro da Vista.

Lenovo pure, ma fino al 31 gennaio 2009 venderà selezionate versione di Vista con downgrade CD con X p nelle scatole.

Acer offrirà i CD per il downgrade a Xp fino a fine gennaio 2009. Dell già dal 18 giugno non vende più macchine con Xp sul suo sito Web, ma offre il programma di downgrade su vari sistemi (OptiPlex desktop, tutti i notebook Latitude, tutte le workstation Precision, molti Vostro per il mid-size busines e due macchine per il gaming, XPS 630 e XPS M1730, a cui sta per aggiungersi XPS 730): i Pc con installato Xp avranno anche XP restore disc con driver e una copia di Vista con driver, fino al 31 gennaio 2009. In effetti i vendor Pc non hanno aiutato Microsoft.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore