Xerox WorkCentre 3225, supporta di tutto il multifunzione economico da ufficio

Stampanti e perifericheWorkspace
1 0 Non ci sono commenti

IN PROVA – WorkCentre 3225 è una stampante multifunzione laser monocromatica. Punto di forza nel rapporto qualità prezzo e nel supporto per ogni ambiente operativo, con connettività WiFi AirPrint e Google Cloud Print. La stampa da dispositivi mobile è alla portata di tutti

In ufficio, oramai anche nei più piccoli, e persino negli ambienti domestici, siamo portati a dare per scontato la presenza di una stampante o, ancora meglio, di un multifunzione. Ma la trasformazione delle modalità operative di lavoro, e la fitta presenza di dispositivi mobile, in alcuni casi si scontra poi con i limiti delle periferiche legacy, o semplicemente datate, non in grado di supportare la stampa proprio da smartphone e tablet, o da Os eterogenei, tutti fattori tipici di contesti in cui il Byod ha già preso piede.

WorkCentre 3225, sembra rappresentare la soluzione perfetta proprio in questi contesti. E’ una stampante laser monocromatica, multifunzione ideale per i piccoli uffici, per stampare dai dispositivi mobile degli utenti, come in ambienti server. Le funzioni di stampa, copia, fax e posta elettronica, e scansione, fino al formato A4 sono disponibili in questa proposta a un prezzo equilibrato di circa 150 euro. WorkCentre 3225 è interessante anche per gli ingombri ridotti – 40×36,5×36,2 cm (11 Kg di peso) – ma molto di più perché WorkCentre 3225 nasce con il pieno supporto per tutti gli ambienti e qualsiasi modalità di connessione. Ed è questo il suo punto di forza.

Xerox WorkCentre 3225

Entriamo nei dettagli: WorkCentre 3225 è una ‘piccola’ multifunzione che integra il modulo fronte/retro automatico, senza bisogno di accessori, supporta la connettività Ethernet e WiFi, così come è, appena estratta dallo scatolone, è supportata da un’ampia varietà di sistemi operativi anche Linux e Unix tra cui Debian 5.0-7.1, Fedora 11-19, Red Hat Enterprise Linux 5, 6, SUSE Linux Enterprise Desktop 10, 11, così come Sun Solaris 9,10,11 (x86, SPARC), Ubuntu 10.04-13.04, Open SUSE, e molti altri Os enterprise IBM e HP, oltre ovviamente a Windows Server dalla versione 2003, per cui è possibile dislocarla davvero in qualsiasi ambiente anche server.

Non solo, WorkCentre 3225 supporta AirPrint e quindi, in ambiente Mac, sarà possibile inviare stampe direttamente da Mac, iPhone, iPad e iPod touch senza bisogno di installare nessun driver, così come è facile sfruttare Google Cloud Print, ancora più esteso come servizio perché permette di stampare sfruttando qualsiasi device in mobilità, collegando la stampante al proprio account. Infine è supportato ovviamente anche il sistema Xerox PrintBack che risolve tutto con una semplice app. E’ supportato anche Wi-Fi Direct, per la connettività diretta senza bisogno di router o altro.

Xerox WorkCentre 3225 (2)
Xerox WorkCentre 3225

La velocità fino a 28 pp al minuto in formato A4 è un traguardo effettivo e testato anche nelle nostre prove, che invece hanno evidenziato un tempo di attesa prima copia un po’ deludente, distante da quello riportato nella documentazione (per esempio, da browser, oltre 13 secondi per un PDF testo di quattro pagine). La carta viene attinta da un cassetto principale da 250 fogli, mentre per le scansioni e le copie si ha a disposizione anche un alimentatore automatico fino a 40 fogli, è disponibile uno slot di alimentazione manuale da un foglio alla volta, in uscita però il cassetto può tenere fino a 120 fogli alla volta.

Purtroppo questa soluzione non dispone di un slot USB per potere effettuare le scansioni direttamente sul dongle, è questa una soluzione comoda che non dovrebbe mancare mai, nemmeno nei sistemi economici, ovviamente è possibile scansionare su email, che è altrettanto comodo, oppure salvare direttamente su una cartella del proprio computer di lavoro. Invece, e per fortuna, anche su questo modello il software di gestione sono praticamente di classe enterprise le soluzioni di sicurezza e quindi sono garantite tutte le funzionalità di sicurezza SNMPv3 e IPv6, così come le possibilità di impostare autenticazioni di scansionisi email. WorkCentre 3225 permette di stampare a 600×600 dpi, con immagini fino a 4800×600 dpi, mentre in modalità copia agisce a 1200×1200 dpi.

Xerox WorkCentre 3225
Xerox WorkCentre 3225

E’ tempo di dare un’occhiata al pannello principale della stampante, di impostazione classica, come nelle altre WorkCentre, per noi il raffronto, per esempio con una WorkCentre 6505 di fascia nettamente superiore, è stato comunque immediato. A sinistra della fascia blu, dove agisce l’utente i tre task copia, scansione, fax, perché ovviamente la stampa è lanciata dal device. Segue un display semplicissimo a cristalli liquidi a due sole righe, due pulsanti per le Info e l’invio delle scansioni dirette su email, e a seguire i consueti comandi con il tastierino numero, stop, invio, come si vede bene nella nostra foto.

Il pannello di WorkCentre è pensato in modo da lasciare in evidenza all’utente finale le possibilità di gestione immediate, in modo semplificato; indubbiamente la configurazione è decisamente più semplice via Web, questo è anche dovuto proprio all’impostazione del pannello a cristalli liquidi, tanto sobrio quanto minimalista, da navigare esclusivamente tramite i pulsanti, nelle tipiche procedure guidate.

Per quanto riguarda i materiali di consumo, in questo caso toner e cartuccia del fotoricettore, la nota dolente è che praticamente alla sostituzione del terzo toner (la stampante arriva con un toner di capacità standard), o della terza cartuccia, si potrebbe tranquillamente riacquistare una nuova stampante. Sono disponibili toner per 1500 o 3000 pagine.

Problema questo dolente, e praticamente annoso, che sulle stampanti laser pesa forse anche di più, proprio considerato – come in questo caso – la tipologia di acquisto che punterebbe prima di tutto al risparmio. Meglio per quanto riguarda i consumi, considerati i 417 Watt in stampa continua, ma anche i 46 Watt in standby e appena 2 Watt a riposo.

Poche note sulla stampa, di qualità tale da non suscitare particolari osservazioni, nel complesso è più che buona. La stampa B/N d’altra parte solleva problemi di natura decisamente meno rilevanti di quella a colore.

La proposta WorkCentre 3225 gode della garanzia un anno on-site.

 

 

 

 

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore