Yahoo! – Aol, prove tecniche di matrimonio

AcquisizioniAziendeMarketing
Yahoo - Aol

Yahoo! ed Aol, nozze in vista? Vediamo i pro e contro di una eventuale fusione fra gli ex colossi del Web

Yahoo!, in cerca di Ceo dopo la cacciata di Carol Bartz, ed Aol, in cerca di una strategia per crescere nei contenuti digitali, potrebbero fondersi. Secondo Bloomberg,i due ex colossi del Web 1.0, travolti dal successo di Google e Facebook, stanno pensando a prove tecniche di matrimonio. L’idea è soprattutto del Ceo di Aol, Tim Armstrong, la cui visione di un impero dei contenuti digitali, sta riscuotendo interesse.

Yahoo potrebbe acquisire AOL e nominare Armstrong CEO dell’azienda frutto del merger. Armstrong sta negoziando con inserzionisti per verificare se le opzioni di una combine possano davvero rafforzare entrambe le aziende, visto che in Internet 2 più 2 non fa sempre 4, ma il risultato finale dipende dalle sinergie (che valorizzano l’acquisizioni) o dalle eccessive sovrapposizioni (che la sminuiscono).

Il valore di mercatro di AOL è pari a 1.6 miliardi di dollari, mentre Yahoo vale 18.2 miliardi di dollari, ben lontano dagli oltre 47.5 miliardi di dollari offerti da Microsoft nell’Opa rifiutata dall’ex Ceo Jerry Yang. Ma Yahoo raggiunse anche la vetta degli 80 miliardi di dollari, prima di bruciare  l’80% mentre perdeva utenti Internet e ricavi dell’advertising a favore prima di Google poi di Facebook.

Yahoo! ed Aol, nozze in vista?
Yahoo! ed Aol, nozze in vista?
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore