Yahoo apre la strada per i contenuti a pagamento

Network

Yahoo è il primo tra i grande ad attivare una modalità di ricerca a pagamento

5 dollari è la cifra che Yahoo USA chiede per una Premium Document Search. Questa cifra mette a disposizione di ogni utente 7100 database, non di pubblico dominio, su cui trovare ciò che Internet non contiene. Su Yahoo USA i database contengono ad esempio articoli di pubblicazioni scientifiche, notiziari accademici, riviste mediche. Per raggiungere questo obiettivo Yahoo ha concluso un accordo con Divine, una società che ha come finalità la gestione dei database altrui, evidentemente per cederne in contenuti in cambio di pagamento. Divine è stata appena acquisita ds Northern Light, un motore di ricerca non molto celebre presso il grande pubblico ma che utilizza già da tempo un sistema simile alla Premium Document Search di Yahoo, con risultati a volte molto utili. La strada scelta da Yahoo, in totale controtendenza rispetto a ciò che Yahoo ha sempre rappresentato per gli utenti della rete, è uno dei primi sintomi di un cambiamento che coinvolgerà presto tutti i grandi portali. La mancanza di entrate pubblicitarie toglie ai portali lossigeno per produrre contenuti di qualità, provocando il crollo nei numeri generati dal traffico degli utenti. Questa crisi può essere interrotta solo trovando altre sostanziose fonti di reddito, e i contenuti a pagamento sono la scelta più ovvia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore