Yahoo! continua a dialogare con Microsoft

Aziende

Sotto l’attacco del finanziere Carl Icahn, il presidente di Yahoo! Susan Decker conferma colloqui con Microsoft

Solo poche ore fa il finanziere Carl Icahn prendeva di mira, oltre al board, anche il Ceo di Yahoo! Jerry Yang, colpevole di non aver accettato l’Opa di Microsoft,

ma soprattutto di aver messo a punto un piano costosissimo per i dipendenti. Icahn vorrebbe spodestare il co-fondatore Yang. Intanto l’assemblea azionisti è stata fissata il primo agosto.

Ma, sotto l’attacco della Proxy fight, Yahoo! continua a dialogare con Microsoft. Il presidente di Yahoo! Susan Decker, che ha appena firmato un contratto con Wal-Mart Store s, conferma colloqui con Microsoft per arrivare a un qualche accordo. Il titolo di Yahoo! ha ripreso quota del 2.7%.

Alla conferenza Advertising 2.0 Susan Decker ha affermato che un’intesa può avvenire in molte forme con combinazioni favorevoli anche per Microsoft.

Decker ha difeso anche il severo piano per gli impiegati, considerato l’unico modo per trattenere i dipendenti, il vero asset chiave, il vero gioiello, di Yahoo!. I colloqui con Microsoft starebbero ruotando intorno al prezzo del search business di Yahoo!, secondo Reuters.

Ma Yahoo! non ha neanche spezzato il filo con Google: l’accordo con il rivale del colosso di Redmond potrebbe andare in porto, se Microsoft non raggiungesse

un’intesa con Yahoo!.

Icahn sarà senza dubbio un osso duro, ma Yahoo! darà battaglia fino in fondo. Ha siglato anche un accordo con CBS Corp per portare le trasmissioni Tv sul Web e un’intesa con altri 94 titoli di giornali da aggiungere al consorzio newspaper advertising per un totale di 779 unità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore