Yahoo! licenzia Carol Bartz: Tim Morse è il nuovo Ceo

AziendeManagementMarketingNomine

Yahoo! ha nominato nel ruolo di Ceo l’ex Chief Financial Officer Tim Morse. Gli errori dell’ex numero uno Carol Bartz

Era arrivata a Yahoo! con la licenza di siglare accordi: soprattutto quello con Microsoft, dopo che l’ex Ceo di Yahoo!, il co-fondatore Jerry Yang, aveva rifiutato un’Opa multi miliardaria targata Microsoft. Ora Yahoo! mette alla porta il Ceo Carol Bartz: licenziata. Come succede a tanti Ceo nel mercato IT negli ultimi mesi (Amd ha cambiato Ceo, anche Apple, Google eccetera).

Yahoo ha nominato nel ruolo di Ceo l’ex Chief Financial Officer Tim Morse. Carol Bartz, 14 anni spesi ad Autodesk (un passato a Sun Microsystems, 3M e Digital Equipment Corp.), chiude l’esperienza con Yahoo!, con un unico successo alle spalle: aver firmato una partnership decennale con Microsoft. Un’alleanza che però fa bene a Bing (in crescita) ma a discapito di Yahoo!, che ha rinunciato al suo al goritmo. Bartz ha provato in questi anni a rifocalizzare Yahoo! come media company nell’era di Facebook e dei social network, ma non è bastato: Yahoo! soffre la pressione di Facebook, in grande ascesa, e di Google, che ha appena lanciato il social network Google+. Secondo EMarketer, quest’anno Yahoo! cederà lo scettro del mercato banner a Facebook, ormai regina del display advertising. E si tratta di un mercato da oltre 12 miliardi di dollari, in cui Microsoft avrebbe voluto dire la sua.

Yahoo! ha archiviato il secondo trimestre con utili in crescita dell’11% a quota 237 milioni di dollari. I ricavi di Yahoo! sono scesi del 23% a 1,23 miliardi di dollari. Al netto dei costi di acquisizione traffico i ricavi sono calati del 5% a 1,07 miliardi di dollari. Neanche le ultime acquisizioni (IntoNow e Associated Content) hanno aiutato il motore di ricerca a cambiare rotta. Yahoo! è uscita dal mercato giapponese con 8 miliardi di dollari in tasca, ma deve trovare una strada in fretta.

Yahoo ha di recente svelato il progetto di Search Direct per stare al passo con la concorrenza, ha lanciato la piattaforma Yahoo! Contributor Network per Freelance, tuttavia, mentre arrivavba sul mercato Google+ a sfidare Facebook, Yahoo! è rimasta alla finestra senza alternative. E visto com’è finita MySpace, Yahoo! deve accelerare il passo per cambiare pelle in un mercato veloce che non perdona chi rimane indietro. Anche se Carol Bartz, in un’intervista al quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung, ha lanciato l’allarme: “Siamo senza dubbio nel bel mezzo di una bolla internet“, non è un buon motivo per stare fermi a guardare come corre la concorrenza.

Tim Morse è stato assunto da Yahoo nel giugno 2009, ex manager di Altera e di General Electric. Tim ha detto di volere investire nell’organizzazione e puntare alla crescita di Yahoo!. Il motore di ricerca ha perso metà del valore rispetto all’Opa rifiutata da 33 dollari per azione. Nell’arco dell’era Bartz, sono stati tagliati da Yahoo! 2,500 dipendenti nel 2008, e più di 1.000 in un secondo tempo. Ora a Morse toccherà l’ambizioso compito di rifocalizzare Yahoo! in una nuova strategia.

Di’ la tua in Blog Café: C’è una telefonata per Carol Bartz…

Tim Morse, nuovo Ceo di Yahoo
Tim Morse, nuovo Ceo di Yahoo
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore