Yahoo! rimette l’accento su Flickr come marketplace per fotografi

AziendeMarketing
Yahoo! rimette l'accento su Flickr, come marketplace per fotografi
0 0 Non ci sono commenti

Secondo Bernardo Hernandez, vice presidente di Yahoo e general manager di Flickr, il sito di photo sharing rimane uno degli asset su cui Yahoo! continuerà ad investire. Yahoo! vuole promuovere Flickr in veste di marketplace per fotografi.

Dopo la cessione di Alibaba, Yahoo! torna alle sue radici e rimette enfasi su Flickr, la piattaforma di foto condivisione, che rimane una delle ricchezze della Rete, grazie a 10 miliardi di fotografie nel mondo. Di recente è stata lanciata l’app Flickr per iPad, “un’app che fosse studiata appositamente per il grande display retina del tablet Apple, che rendesse facile e divertente l’accesso e che permettesse di organizzare e condividere foto da qualsiasi luogo. Secondo Bernardo Hernandez, vice presidente di Yahoo e general manager di Flickr, il sito di photo sharing rimane uno degli asset su cui Yahoo! continuerà ad investire, soprattutto per rendere Flickr un marketplace per fotografi.

Flickr non ha la compulsività del social network, dove la condivisione è priva di qualità, né ha i difetti di un cloud, un archivio in cui è difficile trovare un ago nel pagliaio. Flickr «è il modo più efficiente modo per organizzare le foto». Se si cerca una foto nel proprio smartphone o nel cloud, finché il tagging non sarà d’aiuto, è un’impresa; mentre individuare una foto propria, di un amico o di un artista su Flickr è più facile, grazie anche al motore interno, sempre più preciso e puntuale. Le startup acquisite sotto la guida del Ceo di Yaho!!, Marissa Mayer, stanno dando i loro frutti: oggi Flickr identifica un centinaio di oggetti all’interno di una immagine aiutando sia a classificarla che soprattutto a cercarla. “Con Flick gli utenti possono ispirarsi alla più estesa comunità di foto in tutto il mondo e possono condividere i propri scatti su Tumblr, Facebook, Twitter e altro ancora. La nuova funzionalità di ricerca  permette di navigare tra le proprie foto e quelle all’interno del sito, senza l’obbligo di tag o l’aggiunta di metadati” spiega Yahoo!.

Yahoo! rimette l'accento su Flickr, come marketplace per fotografi
La nuova app di Flickr per iPad

Flickr si propone anche come piattaforma meritocratica, in grado di valutare e premiare i differenti livelli di professionalità: infatti su Flickr si passa dalle foto gratuite al marketplace dei fotografi evoluti o professionisti. Ma la piattaforma può aspirare a diventare marketplace se attira gli appassionati di fotografia, sottraendoli alle sirene dei servizi cloud o dei social di immagini come Instagram (quest’ultimo sta per inserire l’advertising).

Ogni utente di Flickr ha a disposizione 1 Terabyte (1000GB) di spazio per archiviare circa 500mila foto, anche sfruttando la funzione di auto-upload introdotta dalle nuove app, sia per iOS che Android. L’algoritmo di ricerca e catalogazione è in grado di riconoscere più di mille “oggetti” dentro un’immagine: per ritrovare una foto di Halloween, è sufficiente ricercare la keyword “zucca”.

I punti di forza di Flickr consistono nell’apprendimento per confronto fra fotografi: l’elemento di paragone, aiutato dalla quantità di dati precisi che ogni scatto genera nella piattaforma (georeferenzialità, ottica, filtri) rimane uno dei fiori all’occhiello, insieme a peer education e algoritmi, della piattaforma di foto condivisione. “Entro fine 2015 assisterete a una vera rivoluzione” promette Hernandez.

Yahoo! rimette l'accento su Flickr
Yahoo! rimette l’accento su Flickr (in foto: l’app per Android)

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore