Yahoo! riprenderà in esame l’ultima offerta di Microsoft?

Aziende

La palla passa a Yahoo!, forse per l’ultima volta. Microsoft ribadisce: o Yahoo! fa un passo indietro o il capitolo è chiuso. Rupert Murdoch intanto assicura di non aver aperto negoziati con Microsoft, Aol o Yahoo!

Alla conference call d i News Corp, il colosso dei media, Rupert Murdoch

ha affermato di non essere in trattative con nessuno e di essere soddisfatta della propria posizione sul Web. Rupert Murdoch, quindi, non ha aperto negoziati con Aol, Microsoft o Yahoo! e News Corp non lancerà nessun salvagente a Yahoo!, in difficoltà in Borsa dopo la ritirata di Microsoft e la fine dell’Opa.

Microsoft comunque ha ribadito per l’ennesima volta che non guarda a nuove offerte per Yahoo!: l’offerta era la migliore possibile. Ma a Reuters Microsoft aggiunge: il capitolo è chiuso, a meno che Yahoo! non faccia un passo indietro: “Yahoo! (…) potrebbe accettare 33 dollari (ad azione) e sono sicuro che potremmo riconsiderarlo ma non pensiamo che possa succedere“.

Pessimismo, sì, ma anche un ultimo spiraglio per Yahoo!. Se tornerà sui suoi passi, Microsoft potrebbe ritornare al tavolo per un accordo sui 33 dollari per azione, mentre il titolo di Yahoo! lunedì era in caduta (quasi) libera. La palla passa di nuovo al Ceo di Yahoo!, Jerry Yang.

Infine il 1 5 maggio scade il tempo per gli azionisti per organizzare una battaglia delle delle deleghe ( proxy slate ): senza più l’appoggio e l’Opa di Microsoft, tuttavia gli azionisti sono liberi di muoversi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore