Yahoo! si riorganizza

Aziende

Sotto la sempre più forte pressione della Proxy fight lanciata dal finanziere Carl Icahn, Yahoo! centralizza. Creati tre nuovi team

Dopo le indiscrezioni , Yahoo! conferma la riorganizzazione all’insegna della centralizzazione del potere, la quarta in 18 mesi, segno della pressione della Proxy Fight (battaglia delle deleghe) lanciata dal raider miliardario Carl Icahn, favorevole all’acquisizione da parte di Microsoft ( che però non vuole più tutta Yahoo!, ma solo l’asset della ricerca online). Al comando rimane il Ceo Jerry Yang. Sono stati creat i tre nuovi team, guidati da Ash Patel (divisione prodotti audience), Hilary Schneider (divisione regionale Usa) e un terzo executive da nominare (team insights strategy), che dovranno riportare al presidente Susan Decke r. Yahoo! reagisce in tempi brevi all’ emorragia di Top manager fuggiti dall’azienda, all’arrivo di Carl Icahn, alla fine dell’Opa di Microsoft: il culmine della Proxy fight avverrà il primo agosto, all’assemblea degli azionisti. Icahn promette di cambiare il board di Yahoo! con membri di sua fiducia.

Yahoo! sta creando anche nuovi gruppi, compreso uno sul cloud computing e sull’infrastructtura dei dati, per stare al passo con l’innovazione delle applicazioni Web.

Inoltre Scott Dietzen, entrato in Yahoo! con l’acquisizione di Zimbra (ufficio sul Web) nel 2007, a capo di Yahoo Mail e Yahoo Messenger, riporterà a Patel, come anche Tapan Bhat, che guida Buzz, My Yahoo, l’home page .com e adesso anche Flickr e Yahoo Groups.

Riporteranno, invece, a Balogh, David Ku, della tecnologia advertising, Prabhakar Raghavan, della strategia di ricerca, Tuoc Luong, dei prodotti di ricerca.

La risposta di Icahn alla riorganizzazione è stata : Yahoo! deve eliminare il piano per i dipendenti, sostituire il Ceo Jerry Yang, che dovrebbe tornare al suo

ruolo precedente, e tornare a trattare con Microsoft per un’offerta amichevole da 33 dollari per azione, o di più.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore