Yahoo! sigla patto con Google sull’advertising

AziendeMercati e Finanza
Pesa Tumblr sulla trimestrale in rosso di Yahoo!
1 1 Non ci sono commenti

Yahoo! e Google firmano un accordo relativo al search advertising. L’intesa non esclude la precedente partnership decennale con Microsoft. Il portale guidato dal Ceo Marissa Mayer ha archiviato il trimestre con il peggior declino dei ricavi dal 2009

Yahoo! e Google firmano un patto relativo al search advertising. L’intesa non esclude la precedente partnership decennale con Microsoft. L’accordo ha il sapore dell’ultima spiaggia per il Ceo Marissa Mayer, che, dopo 4 anni al vertice del portale di Sunnyvale e 2 miliardi di dollari spesi in 50 acquisizioni, registra un nuovo calo di fatturato e profitti. I ricavi di Yahoo sono scesi dell’8.3% a 1 miliardo di dollari, mentre il titolo perde il 35% da inizio dell’anno (-5,6% negli scambi after-hours). I profitti sono pari a 76 milioni di dollari pari a 15 centesimi di dollaro, contro i 6.8 miliardi di un anno fa (merito della parziale cessione di Alibaba).

Yahoo! sigla patto con Google sull'advertising
Yahoo! sigla patto con Google sull’advertising

Yahoo! ha archiviato il trimestre con il peggior declino dei ricavi dal 2009. Inoltre slitta a gennaio lo spinoff della quota in Alibaba – valutata 27 miliardi di dollari – , il colosso cinese dell’e-commerce: ma il capitolo è spinoso sotto il profilo fiscale. Yahoo! possiede anche il 35% di Yahoo! Japan, quota valutata 8 miliardi di dollari.

Dalla nomina a Ceo nel 2012, nonostante l’entusiasmo iniziale a Wall Street e una pletora di acquisizioni, il numero uno Mayer non è stata in grado di attirare investitori e nuovi utenti. Mayer ha provato a rifocalizzare Yahoo! sul Mobile, ad introdurre nuovi canali e ad aggiungere partner, ma senza grande fortuna. A sostenere il titolo di Yahoo! a lungo è stata la fiorente quota in Alibaba, ma l’acquisizione è stata merito del co-fondatore e Ceo Jerry Yang, non di Marissa Mayer, che si è limitata a passare all’incasso.

Inoltre, nell’advertising Mobile Yahoo! non è ancora competitiva, mentre i rivali Facebook e Google guadagnano terreno. I ricavi nell’area “Mavens” – mobile, video, native e social advertising – sono aumentati del 43% a 422 milioni di dollari.

Il patto con Google durerà fino a fine 2018. Le offerte desktop e smartphone di Google saranno complementari ai servizi di motore di ricerca forniti da Microsoft, che rimane un partner forte, anche dopo che l’accordo con Bing è stato reso più flessibile, prima di essere rinnovato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore