Yahoo!: una nuova offerta per il web hosting

NetworkProvider e servizi Internet

Crescono sempre di più i servizi on line offerti dal noto portale americanoa favore delle piccole e medie imprese

Il noto portale Yahoo! offrirà gratuitamente a tutte le aziende che utilizzano i propri servizi di web hosting il programma SiteBuilder. L’obiettivo è trovare un nuovo strumento di attrazione per le piccole imprese. Il tool presentato offre la realizzazione di siti web e completa l’offerta della società per le piccole e medie imprese, al momento composta di business e-mail, registrazione domini, web hosting, servizi di e-commerce e di marketing. Con tutti questi pacchetti offerti, Yahoo! vuole realizzare infatti una sorta di one stop shop per le attività on-line delle piccole e medie imprese. Un grande portale come Yahoo! decide, quindi, di arricchire i già numerosi servizi che offre nell’ambito ed anche al di fuori del web hosting, avendo di mira in particolare le piccole e medie imprese. E’ noto che con l’avvento di Internet, sono sorte delle nuove figure contrattuali che, pur non rientrando della categoria dei contratti informatici in senso stretto, meritano un’attenta considerazione per l’indubbio carattere telematico che li contraddistingue. Innanzitutto per potersi collegare alla rete ed usufruire dei vari servizi collegati, come la posta elettronica, il servizio ftp, l’utilizzo di spazio web, è necessario stipulare un accordo con un ISP (Internet Service Provider) ovvero un’azienda che possiede una connessione permanente alla rete Internet. Nasce così il contratto di accesso a Internet con il quale una parte (ISP), concede all’altra, il cliente, la connessione con Internet e fornisce ulteriori servizi verso un determinato corrispettivo. Ma il soggetto che possiede una connessione permanente alla rete Internet può anche scegliere di fornire un diverso tipo di servizio ai propri clienti, consistente essenzialmente nel porre a disposizione degli stessi uno spazio virtuale dove collocare le loro pagine web. In tal caso si stipula il c.d. contratto di locazione di spazio web. Il contenuto di tale particolare forma di locazione si è sviluppato nella prassi secondo due modalità esecutive diverse, a seconda che la fornitura del servizio di accesso sia in hosting oppure in housing. L’accesso in hosting è anche definito contratto di locazione di apparecchiature informatiche in quanto l’internet provider concede l’utilizzazione di uno spazio all’interno del proprio disco rigido alle condizioni e secondo le modalità previste dal contratto e tra queste vi è la facoltà dell’utilizzatore di accedere ai computers ed ai servizi del provider, collocati fisicamente presso lo stesso fornitore. [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore